"ForlìDante. Tòta la Cumégia": in programma nuovi appuntamenti su Facebook e Youtube

L'associazione culturale ha reso disponibili i contributi video di Franco Palmieri, Francesca Fantini e Marco Viroli, riguardanti Dante e alcuni canti della Divina Commedia, preparatori alla maratona dantesca

Continuano le iniziative nel segno di Dante Alighieri. Nell'ottica d'impegno nel sostegno del ruolo di "Forlì Città dantesca" e nell'ambito della Sesta edizione di "ForlìDante. Tòta la Cumégia, dallo scorso 18 aprile, sulla pagina Facebook (@direzione21) e sul canale YouTube (Direzione21 Ass.Culturale) l'associazione culturale ha reso disponibili i contributi video di Franco Palmieri, Francesca Fantini e Marco Viroli, riguardanti Dante e alcuni canti della Divina Commedia, preparatori alla maratona dantesca.

Il calendario

Domenica 26 aprile, ore 18.30
Francesca Fantini commenta e legge il canto XXIII dell'Inferno

Martedì 28 aprile, ore 18.30
Franco Palmieri commenta e legge il canto XXVI dell'Inferno

Giovedì 30 aprile, ore 18.30
Francesca Fantini commenta e legge il canto I del Purgatorio

Sabato 2 maggio, ore 18.30
Francesca Fantini commenta e legge il canto III del Purgatorio

Per essere sempre aggiornati sugli eventi danteschi, Direzione21 invita tutti gli interessati a iscriversi al suo canale YouTube e a cliccare "mi piace" alla sua pagina Facebook.

Al termine della prossima settimana l'associazione renderà noti i successivi appuntamenti danteschi in video sul canale YouTube e sui social.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pensioni dicembre: pagamento anticipato, il calendario per ritirarle alla Posta

  • Chiude supermercato in corso della Repubblica, ma non si spegne la vetrina e restano i servizi ai residenti

  • Dopo la morte del figlio, l'anziana titolare si ritira: la prima fabbrica di cioccolato della Romagna è in vendita

  • Violento schianto frontale sul rettilineo: grave una donna, soccorsa con l'elicottero

  • La rabbia del titolare del ristorante: "Lo Stato mi nega il ristoro, io riapro"

  • Lo storico marchio della piadina cambia di proprietà. La produzione resta a Forlì

Torna su
ForlìToday è in caricamento