Forlimpopoli ama pedalare: oltre 50 domande per il progetto "bike to work"

Il progetto “bike to work” prevede che chi si reca al lavoro senza usare l’auto ma la propria bici, riceva un incentivo economico

Sono più di 50 le domande arrivate al Comune di Forlimpopoli e i primi 16 pedalatori sono già partiti lo scorso 21 luglio. Il progetto “bike to work” prevede che chi si reca al lavoro senza usare l’auto ma la propria bici, riceva un incentivo economico. I tragitti casa-lavoro si svolgono all’interno del comune, grazie alle ciclabili che collegano le frazioni al centro e le zone artigianali, la città di Forlì e anche Cesena. Il progetto unisce la bici alle nuove tecnologie: i pedalatori utilizzano una apposita app per smartphone che georeferenzia il loro spostamento in bicicletta, i dati vengono poi verificati e il contributo viene liquidato.

"Forlimpopoli, per questo progetto - dichiara l'assessore all'Ambiente Gian Matteo Peperoni - non gode degli incentivi statali e regionali, ma sta impiegando risorse proprie perché è convinta che la mobilità sostenibile sia la strada giusta per un futuro consapevole. Al momento abbiamo stanziato 5mila euro, ma, visto il successo, con la prossima variazione di bilancio aumenteremo la dotazione del fondo di 2mila euro per far partire altri pedalatori".

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Forlì usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pensioni dicembre: pagamento anticipato, il calendario per ritirarle alla Posta

  • Chiude supermercato in corso della Repubblica, ma non si spegne la vetrina e restano i servizi ai residenti

  • Dopo la morte del figlio, l'anziana titolare si ritira: la prima fabbrica di cioccolato della Romagna è in vendita

  • Violento schianto frontale sul rettilineo: grave una donna, soccorsa con l'elicottero

  • Porta loro da mangiare, viene aggredito dai cinghiali che aveva "adottato": trasportato d'urgenza al Bufalini

  • Lo storico marchio della piadina cambia di proprietà. La produzione resta a Forlì

Torna su
ForlìToday è in caricamento