menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, Forlimpopoli si unisce per limitare i disagi: tante attività per le consegne a domicilio

A tal scopo é stato firmato un vero e proprio protocollo operativo tra diverse associazioni e il Comune stesso per renderne l'intervento il più efficace e corretto possibile

Associazioni, imprese e volontari si raccolgono attorno all'amministrazione comunale di Forlimpopoli per ridurre al minimo possibili i disagi per tutti i cittadini causati dall'emergenza coronavirus e dalla conseguente necessità di lasciare le proprie abitazioni solo per le più stringenti necessità e per il minor tempo possibile. A tal scopo é stato firmato un vero e proprio protocollo operativo tra diverse associazioni e il Comune stesso per renderne l'intervento il più efficace e corretto possibile.

SCARICA L'ELENCO DELLE ATTIVITA': L'elenco delle attività

"La risposta della città, tramite associazioni e imprese, testimonia ancora una volta la solidità del tessuto sociale e la ricchezza del capitale umano della città di Forlimpopoli e l’Amministrazione coglie ancora una volta l’occasione per ringraziare tutti coloro che si stanno impegnando a vario titolo per affrontare questo momento di difficoltà da cui la comunità uscirà - tutta insieme - ancora più forte e solidale", afferma il sindaco Milena Garavini.

L'esercito dei volontari

Tra i sottoscrittori del protocollo figurano la Parrocchia di Forlimpopoli, unificata di recente sotto la guida di Don Stefano Pascucci, con i Volontari della Parrocchia, assicurati dal Comune e specificamente formati sulle norme igienico-sanitarie e comportamentali da seguire, dotati degli appositi sistemi di protezione, che sono disponibili a fare la spesa e a consegnarla a domicilio alle persone e alle famiglie più in difficoltà. Si tratta in particolar modo di anziani soli, pluripatologici, portatori di handicap o persone che abbiano difficoltà  nel recarsi di persona a fare la propria spesa. Il servizio può essere richiesto al numero di emergenza del Comune (allo 0543 749208) o allo sportello sociale comunale (0543-749233). Per chi volesse parlare con un Sacerdote, sono disponibili il numero della Parroccia di San Rufillo (0543-745535) o il cellulare di Don Rino Giunchi (3453578570).

Col protocollo si attivano inoltre altri due servizi di supporto telefonico che sono gestiti rispettivamente dal Comitato Forlimpopoli-Bertinoro della Croce Rossa Italiana e dalla Associazione di Promozione Sociale “L’Alveare”. Il primo servizio (334-1679943) curato dai volontari della Croce Rossa, è dedicato agli anziani soli e prende il nome di “Parla con noi”. Sarà attivo dal lunedì al sabato dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 19. Il secondo, gestito dall’Aps “L’alveare” offre un servizio gratuito di supporto psicologico rivolto ai cittadini, al personale sanitario e a tutti coloro che hanno necessità di un sostegno psicologico per l’attuale situazione di emergenza e isolamento. È possibile fissare un appuntamento telefonico con le dottoresse dell’Associazione inviando una mail, un sms o un messaggio WhatsApp ai seguenti recapiti: Chiara Aldini (3398520348 aldinichiarapsico@gmail.com) Laura Balzani (3393509634 balzani.laura@gmail.com) Caterina Venza (3381975399 venzacaterina@gmail.com); Aps l’Alveare (studiolalveare@gmail.com).

La rete degli esercenti

In parallelo numerosi esercenti del territorio comunale (ristoranti, pizzerie, piadinerie e gelaterie ma anche supemercati, forni, macellerie e frutta & verdura) hanno attivato il servizio di consegna a domicilio dei proprio prodotti. L'elenco - costantemente aggiornato - è disponibile sul sito dell'amministrazione comunale e - aggiornato a mercoledì. Gli ulteriori esercenti intenzionati ad attivare il servizio possono segnalarlo direttamente all'indirizzo e.mail del vice-sindaco:  sara.pignatari@comune. forlimpopoli.fc.it.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento