rotate-mobile
Sicurezza / Forlimpopoli

"Forlimpopoli SiCura": al via un ciclo di incontri per promuovere la sicurezza attraverso la cittadinanza attiva

L’iniziativa rientra nel quadro di un più ampio progetto - ormai completato - di riqualificazione urbana  della città artusiana, reso possibile grazie a un finanziamento della Regione Emilia Romagn

Per rendere la città più sicura, bisogna prendersene cura. E non solo con strumenti di controllo, ma soprattutto promuovendo la cittadinanza attiva. Prende le mosse da questa convinzione “Forlimpopoli SiCura” organizzata da Comune di Forlimpopoli in collaborazione con l’Associazione Barcobaleno e Coordinamento provinciale Libera Forlì-Cesena: si tratta di una serie di incontri che tracciano un percorso molto particolare di informazione e formazione sul tema della sicurezza urbana. L’iniziativa rientra nel quadro di un più ampio progetto - ormai completato - di riqualificazione urbana  della città artusiana, reso possibile grazie a un finanziamento della Regione Emilia Romagna

Il ciclo di incontri, come spiega la vicesindaca Sara Pignatari, vuole affrontare il tema della sicurezza attraverso interventi culturali, di sensibilizzazione e di partecipazione, toccando anche l’aspetto dei diritti, per alimentare una vera cittadinanza attiva e coinvolgere i cittadini. Non solo quelli già impegnati nelle istituzioni (come la giunta e il consiglio comunale) e negli organismi più a contatto diretto con la popolazione come i consigli di zona, ma anche quelli impegnati nelle associazioni sociali, culturali, sportive, che accolgono tra i loro iscritti gran parte dei forlimpopolesi, e tutte quelle persone che hanno a cuore la loro città e la loro comunità.

“Sono molteplici gli elementi che concorrono alla sicurezza e la sua percezione - sottolinea dal canto suo la sindaca Milena Garavini -. Ci sono gli interventi strutturali come l’installazione di apparecchiature di controllo e sanzione, a cui stiamo lavorando; fondamentale, poi, la presenza delle forze dell’ordine a presidio del territorio. Ma un ruolo importante è affidato anche alla riqualificazione di zone e spazi inutilizzati e abbandonati, la rigenerazione di luoghi che possono ridiventare aggregazione sana per cittadini e abitanti di tutte le età. Saranno questi i temi che approfondiremo nel ciclo di incontri. In particolare, l’incontro conclusivo sarà anche l’occasione per illustrare il progetto di Riqualificazione urbana e Prevenzione integrata e Sicurezza, sostenuto dalla Regione Emilia-Romagna, che ringraziamo per l’attenzione dimostrata. Il programma progettuale, che viene seguito in particolare dall’assessore Gianmatteo Peperoni comprende varie tipologie di interventi, fra cui spiccano l’installazione di sistemi di videosorveglianza e il monitoraggio del territorio. La sensibilizzazione e informazione alla cittadinanza ed educativa di strada completano il quadro d’azione”.

Si comincia martedì con un doppio workshop dal titolo “Forlimpopoli SiCura se Giusta” che si terrà nella sala del consiglio comunale e che sarà condotto da Franco Ronconi Coordinatore provinciale Libera Forlì-Cesena. Il primo, fissato per le ore 15,30 è riservato a funzionari, tecnici e amministrativi del Comune di Forlimpopoli, mentre il secondo, che inizierà alle ore 18,30 è rivolto ad Amministratori, Consiglieri comunali, Consigli di Zona, Associazioni e cittadini Si parlerà di sicurezza e legalità, reati palesi o invisibili, corruzione e concussione, entrando anche nel concreto con esempi di criminalità presenti nel nostro territorio e cercando di capire come riconoscerli e contrastarli nel vivere e agire quotidiano, dalle istituzioni ai cittadini.

L’incontro successivo, dal titolo “Forlimpopoli SiCura se Bella” si terrà il 22 novembre, sempre alle 18,30 nella sala del Consiglio comunale e sarà dedicato al tema della Riqualificazione urbanistica e artistica come strumento per la rigenerazione degli spazi e l’aumento della percezione di sicurezza. Ne parleranno la responsabile del settore Urbanistica e Rigenerazione Urbana del Comune di Forlimpopoli arch. Raffaella Mazzotti, l’arch. Marcella Isola della Regione Emilia Romagna - Area Rigenerazione urbana e politiche abitative e il prof. Luigi Impieri, storico dell'arte e artista, autore del libro ‘Frantumi’.

Il ciclo si concluderà il 29 novembre  (ore 18,30) con “Forlimpopoli SiCura se Insieme”, nel quale si parlerà di interventi strutturali, piani di videosorveglianza, presidio sul territorio e consigli utili per la cittadinanza in collaborazione e sinergia tra Istituzioni, Forze dell’Ordine e Cittadini. Accanto alla sindaca Garavini e alla consigliera regionale Lia Montalti ci saranno l’ingegner Andrea Maestri, responsabile del settore Lavori Pubblici del Comune di Forlimpopoli, e i tecnici di FMI Forlì Mobilità Integrata e rappresentanti delle Forze dell’Ordine. Come anticipato, durante l’incontro sarà presentato il Progetto comunale di Riqualificazione urbana e Prevenzione integrata e Sicurezza sostenuto dalla Regione Emilia-Romagna.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Forlimpopoli SiCura": al via un ciclo di incontri per promuovere la sicurezza attraverso la cittadinanza attiva

ForlìToday è in caricamento