rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Cronaca

Rapinato a Lido di Classe: come nei film americani riconosce il suo aguzzino

Gli inquirenti, dimostrando di ben conoscere la giurisdizione ed i soggetti di interesse operativo che la frequentano, hanno portato i “soliti noti” in caserma

Stava passeggiando nella pineta di Lido di Classe, quando è stato avvicinato e rapinato da un magrebino. Vittima dell'episodio, avvenuto alcuni giorni fa, un pensionato forlivese. Secondo quanto ricostruito dai Carabinieri della stazione di Savio, che hanno seguito le indagini, il malcapitato stava passeggiando all'interno della pineta, quando è stato avvicinato alle spalle dal bandito: armato di un coltello, lo ha minacciato, raponandolo degli occhiali da sole e del denaro che aveva ne portafogli.

Gli inquirenti, dimostrando di ben conoscere la giurisdizione ed i soggetti di interesse operativo che la frequentano, hanno portato i “soliti noti” in caserma e, come nei film americani, spalle al muro, sono stati fatti vedere alla vittima che ha riconosciuto senza ombra di dubbio nell'extracomunitario il suo aguzzino. Si tratta di un 30enne marocchino, nullafacente e già noto alle forze dell'ordine per reati specifici.

Il nordafricano era già recentemente balzato agli onori delle cronache locali: era lui infatti che l’8 maggio scorso, era finito all’ospedale, dopo avere sfidato a “colpi di avvolgibile” il titolare di un noto bar di Lido di Classe, "reo" di non avere servito da bere a lui ed ai suoi amici. Uscito sconfitto dalla tenzone era finito al Pronto Soccorso dell’Ospedale di Ravenna con delle lievissime lesioni al capo e con un tasso alcolemico di quasi 3 grammi per litro. Ora è in carcere a disposizione della magistratura.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapinato a Lido di Classe: come nei film americani riconosce il suo aguzzino

ForlìToday è in caricamento