menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dovadola capitale del tartufo: numeri da record per la 47esima edizione della sagra

Dovadola si è qualificata ancora una volta come capitale della Romagna del tartufo, grazie alla sagra che da ben 47 anni la locale Pro loco organizza coinvolgendo un centinaio di volontari

Dovadola si è qualificata ancora una volta come capitale della Romagna del tartufo, grazie alla sagra che da ben 47 anni la locale Pro loco organizza coinvolgendo un centinaio di volontari. Questa edizione è stata caratterizzata da una straordinaria presenza di pubblico che ha fatto onore alle specialità gastronomiche, a base del prezioso fungo, preparate negli stands di Piazza Berlinguer. In particolare sono state servite 3.000 porzioni di tagliatelle e 2.000 di polenta (senza contare tutto il resto: uova al tartufo, crostini, panzerotti, ecc.), che con mani abili erano stati preparati nei giorni precedenti dai volontari della Pro Loco.

Di rilievo il ruolo esercitato in questo periodo dai ristoratori e dagli esercizi pubblici dovadolesi che continueranno anche nel corso delle prossime settimane a proporre piatti tipici con quanto viene raccolto nei boschi. Altri importanti iniziative hanno caratterizzato la manifestazione; uno spazio maggiore concesso ai produttori agricoli del territorio, i quali, organizzati dalla Coldiretti, hanno potuto proporre al pubblico le primizie di stagione, perlopiù biologiche, con prevalenza di frutti e ortaggi, oltre a pane, vino, olio, formaggi, salumi; tutte specialità che sono a disposizione nei negozi di Dovadola quotidianamente.

Poi le gare delle torte e degli chef organizzate dall'Associazione cuochi di Forlì - Cesena, in collaborazione con l'Istituto Alberghiero di Forlimpopoli.  Domenica cuochi blasonati si sono cimentati in diretta, dentro al teatro Comunale, preparando un piatto abbinando il tartufo con le specialità del mare, non a caso il tema della gara era: "Il tartufo e il mare...quando il re della tavola incontra l'Adriatico".

La competizione ha visto la presenza dei seguenti cuochi: Roberto Cervara del Ristorante Giorgio di Cesenatico, Gaetano Latino dell'Osteria L'acciuga di Ravenna, Silvia Bianchi della Trattoria Emilia di Castiglione di Cervia, Gaetano Vincenzo della Taverna di Mezzo di Casemurate e Marco Baccarini del ristorante Verde Paglia, entrambi di Forlì. La gara è stata vinta da Roberto Cervara con il piatto "Un autunno al mare ".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta che sa di casa: le zucchine ripiene

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento