rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Mobilità / Bertinoro

Fratta in movimento: a scuola tutti insieme col "piedibus". E in previsione c'è anche il bicibus

Circa 10-15 minuti per arrivare a scuola in sicurezza sul marciapiede, in gruppo con gli amici per iniziare la giornata con la carica giusta, accompagnati da genitori e nonni volontari

Fratta è in fermento per le tante novità: dopo i due incontri pubblici del 19 marzo e del 2 aprile, il processo partecipato di “Frattastica” si mette in mot oo meglio a piedi e in bici per andare e tornare da scuola. Per rendere più sostenibile la vita degli abitanti di Fratta Terme, si parte fin dalla prima mattina con i bambini della Scuola Primaria “Gino Mattarelli”. Infatti, sono state aperte le adesioni al piedibus con due percorsi: uno da Piazza Colitto e l’altro da Via Tro’ Meldola (di fronte al Ristorante Da Lorenzo). Circa 10-15 minuti per arrivare a scuola in sicurezza sul marciapiede, in gruppo con gli amici per iniziare la giornata con la carica giusta, accompagnati da genitori e nonni volontari.

Anche per i più lontani, è in previsione il bicibus dal capolinea di Molino del gesso, con i capelli al vento in direzione Scuola Primaria. I servizi sono gratuiti e sono stati inaugurati stamattina, lunedì 9 maggio. I trentadue bambini che hanno partecipato a questo primo viaggio, hanno trovato ad aspettarli una doppia sorpresa: Yankee, il cavallo che li ha scortati fino a scuola con una lettera di ringraziamento per questo piccolo grande gesto rivoluzionario a nome di tutti gli animali e gli esseri viventi del pianeta. Inoltre, hanno ricevuto un piccolo regalo a cura dei commercianti di Fratta Terme che per questa prima settimana offriranno gadget e merende a tutti i bambini aderenti...e attenzione alle multe! I bambini sono dotati di “multe morali” per tutti gli automobilisti e non che parcheggiano sui marciapiedi, in doppia fila o peggio che lasciano i mezzi con il motore acceso.

Alla partenza e ad accompagnare i ragazzi per tutto il percorso erano presenti il sindaco Gessica Allegni e l’assessore Raffaele Trombini. “E’ stato bellissimo vedere i bambini e le bambine entusiasti di fare questa esperienza e anche consapevoli delle sue finalità in termini di impatto ambientale. Un esempio per tutta la cittadinanza di cui vanno ringraziati i promotori di Frattastica che hanno messo anima e corpo in un progetto partecipato che inizia a dare i propri frutti!” afferma il sindaco. “Credo che questa iniziativa rispecchi la nostra volontà di ridare vita a Fratta Terme. Un’iniziativa importante per i bambini, per l’ambiente per la collettività e soprattutto precorritrice di quello che speriamo sia un percorso di nuovi progetti utili, innovativi e sostenibili - aggiunge l’assessore. Se si vuole veramente migliorare il luogo in cui si abita e insegnare ai più giovani quanto è importante vivere in un ambiente più sano, gli adulti devono dare l’esempio e non farsi prendere dalla frenesia. Il piedibus e il bicibus sono l’occasione di ripensare al proprio tempo: i bambini possono essere accompagnati al capolinea o alle fermate ed unirsi all’ “autobus più ecologico che ci sia”, con la supervisione di un “autista” e di alcuni “controllori”, permettendo ai genitori di andare al lavoro con qualche minuto in anticipo. Se i bambini ci metteranno l’entusiasmo anche i genitori dovranno fare la loro parte: si cercano volontari accompagnatori anche per un solo giorno a settimana. Si parte con poche regole ma importantissime: essere puntuali, non spingere i compagni, non superare, non partire da soli ma attendere il gruppo e divertirsi il più possibile".

Per cominciare con il piede giusto, i bambini della Scuola “Mattarelli” hanno deciso all’unanimità che si chiameranno Frattengers, grazie a un concorso ideato dalla Cooperativa Casa del Cuculo e dal Comitato Genitori di Fratta, in collaborazione con l’Istituto Comprensivo, il Comune di Bertinoro e le associazioni aderenti a “Frattastica”. Frattastica è un processo partecipato finanziato dalla legge 15 del 2018 della regione Emilia Romagna. Contenti i promotori, a partire da Elena Salvucci, che dichiara: “forse potrà sembrare una notizia da niente, ma a noi sembra un piccolo miracolo. Ci sono un sacco di protagonisti: una piccola scuola di campagna, i commercianti che si mobilitano, un processo partecipato, un cavallo di nome Yankee, un gruppo di supereroi di nome Frattengers e la voglia di cambiare il mondo partendo dal nostro piccolo”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fratta in movimento: a scuola tutti insieme col "piedibus". E in previsione c'è anche il bicibus

ForlìToday è in caricamento