Martedì, 23 Luglio 2024
Il dramma / Santa Sofia

L'escursione finita in tragedia, l'ultimo saluto ad Andrea Moneti: "Era una bella persona"

Il primo cittadino di Poppi Carlo Toni ha voluto così ricordare così Andrea Moneti: "Era un mio caro amico, lo conoscevo da tanti anni e non ci sono molte parole per descrivere quanto stanno vivendo i familiari e tutti coloro che lo conoscevano"

Si sono svolti martedì pomeriggio a Poppi, nell'abbazia di San Fedele, in provincia di Arezzo, i funerali di Andrea Moneti, l'escursionista di 52 anni morto sabato in un drammatico incidente durante un'escursione nell'Appennino forlivese, precipitando in una scarpata. Moneti, di professione elettricista, era residente a Poppi: era uscito assieme agli amici quando si è verificato il terribile incidente che gli è costato la vita lungo il sentiero Cai 241 che dal Passo della Calla porta alle Cullacce.

A seguito dell'accaduto, i soccorritori lo hanno recuperato con difficoltà, vista la zona impervia, e trasportato a Ravenna, ma per il 52enne non c'è stato nulla da fare. Il primo cittadino di Poppi Carlo Toni ha voluto così ricordare così Andrea Moneti: "Era un mio caro amico, lo conoscevo da tanti anni e non ci sono molte parole per descrivere quanto stanno vivendo i familiari e tutti coloro che lo conoscevano". "Era una bella persona, molto sportivo e attivo in paese", ha concluso il sindaco. La vittima lascia la moglie e due figli

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'escursione finita in tragedia, l'ultimo saluto ad Andrea Moneti: "Era una bella persona"
ForlìToday è in caricamento