menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto Frasca

Foto Frasca

Una Forlimpopoli commossa saluta Dodo e Bea: "Saranno sempre con noi"

"Non ti chiediamo perché ce le hai tolte, ma ti diciamo grazie perché ce le hai date". E' un don Agostino visibilmente commosso quello che ha celebrato la messa per Beatrice Casanova e Sara Valentini, in una piazza Fratti stracolma di gente

"Non ti chiediamo perché ce le hai tolte, ma ti diciamo grazie perché ce le hai date, perché Beatrice e Sara sono sempre con noi". E' un don Agostino visibilmente commosso quello che, davanti a una Forlimpopoli plaudente e singhiozzante, ha celebrato la messa per Beatrice Casanova e Sara Valentini, morte nel terribile schianto di sabato notte sulla statale Adriatica a Pinarella di Cervia. Piazza Fratti è gremita di gente: le famiglie, gli amici, i compagni di classe e tante, tante persone comuni che hanno voluto dare l'ultimo saluto a Dodo e Bea.

DUE ALI DI FOLLA COMMOSSA - Le bare, tra due ali di folla, sono arrivate fin sotto il palco dove è stata celebrata la funzione religiosa. Il silenzio è stato intervallato da frequenti applausi, e i due feretri, portati a spalla da alcuni compagni di classe seguiti dai genitori e dalle famiglie, sono stati accompagnati dai cori e dai canti degli amici e dei compagni di scuola. Visibilmente commosso anche il sindaco di Forlì, Roberto Balzani e quelli di Forlimpopoli, Paolo Zoffoli, presenti con tutta la giunta e con altre istituzioni come il sindaco di Dovadola, Gabriele Zelli e quello di Bertinoro, Nevio Zaccarelli.

LA LETTERA DEL VESCOVO - Lino Pizzi, vescovo di Forlì, non ha potuto partecipare personalmente ma ha inviato una lettera per ricordare le due giovani vite spezzate dall'ennesima strage del sabato sera: "Con il pensiero, con l'affetto e con la preghiera sono vicino alle famiglie e a voi in queste ore di dolore. Un pensiero anche ai due giovani feriti, affinché possano guarire".

ROSE BIANCHE E TANTI STRISCIONI - Finita la messa, le bare sono state portate a spalla, una di fianco all'altra, fuori dalla piazza principale accompagnate da un applauso infinito. Dietro i feretri i genitori, i parenti e gli amici. Tantissime rose bianche, molti gli striscioni per accompagnare Dodo e Bea nel loro ultimo viaggio.

PELUCHE E FIORI SUI FERETRI - La loro foto insieme, sorridenti e solari come tutti le amavano descrivere, viene stretta tra le dita di tutti i forlimpopolesi che le hanno viste nascere e crescere e che con gli occhi lucidi guardano quei due feretri chiari ricoperti da dediche, fiori e peluche. C'è tutta Forlimpopoli in una piazza Fratti stracolma di persone: gente fuori dagli uffici, dai negozi, in religioso silenzio sotto uno dei primi soli cocenti di questa estate. Un'estate che Dodo e Bea non vedranno mai, ma che verrà ricordata per sempre perché, come scritto dietro alla loro foto, "resterete sempre nei nostri cuori".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento