rotate-mobile
Cronaca

Duomo gremito per l'ultimo saluto a Don Dario Ciani

La Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì esprime "rofonda gratitudine per tutto ciò che ha fatto per le nostre comunità e per tutto ciò che ci ha insegnato" Don Dario

Duomo gremito martedì mattina per l'ultimo saluto a Don Dario Ciani, il fondatore della comunità di Sadurano scomparso domenica scorsa a Roncadello. Le esequie sono state celebrate dal vescovo Lino Pizzi. Al termine del rito funebre hanno preso la parola l’ex assessore Franco Marzocchi, la direttrice del carcere Palma Mercurio, e il presidente dell’associazione Amici di Sadurano Alberto Bravi, che hanno tracciato un ricordo del compianto sacerdote.

La Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì esprime "profonda gratitudine per tutto ciò che ha fatto per le nostre comunità e per tutto ciò che ci ha insegnato" Don Dario. "E' stato un vero e proprio “combattente della carità”, un uomo di fede capace di ascoltare – e di dare risposta – alle sofferenze ed alle esigenze di ciascuno prima ed al di là delle leggi e delle ‘competenze in materia’. E’ stato l’illuminato precursore di tante esperienze e l’illuminante maestro di tanti operatori del cosiddetto “terzo settore”".

L'ultimo saluto a Don Dario Ciani (foto A.Salieri)

"Da lui - in maniera diretta o indiretta - sono derivate gran parte delle realtà attive in questo campo nel nostro territorio - continua la Fondazione -. Quello che vogliono dirgli, quindi, ancora un’ultima volta è “Grazie”, e nulla di più, perché Don Dario era un uomo di molti fatti e poche parole, e forse ci rimprovererebbe già, bonariamente, le nostre troppe, invitandoci a tralasciarle per riprendere il nostro compito sussidiario come Fondazione di sostegno alle tante realtà che dal suo magistero continuano a trarre ispirazione. Caro Don Dario, non mancheremo di farlo".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Duomo gremito per l'ultimo saluto a Don Dario Ciani

ForlìToday è in caricamento