rotate-mobile
Venerdì, 12 Agosto 2022
Cronaca Romiti / Via Martiri delle Foibe

Esce di casa e sorprende "topi d'auto" in azione: nei guai due giovani

Nel mirino degli uomini della Volante della Questura di Forlì sono finiti un bosniaco di 25 anni ed un bolognese 16, accusati in concorso di furto aggravato e continuato

Avevano rovistato nell'abitacolo di almeno sette auto, portando via occhiali, custodie, accendini, una chiavetta elettronica e pochi spiccioli. Inseguiti grazie ad una segnalazione di un cittadino, sono stati bloccati e denunciati dalla Polizia. Nel mirino degli uomini della Volante della Questura di Forlì sono finiti un bosniaco di 25 anni ed un bolognese 16, accusati in concorso di furto aggravato e continuato. La refurtiva è stata già restituita ai legittimi proprietari.

L'episodio si è consumato nel cuore della nottata tra lunedì e martedì in via Martiri delle Foibe. Erano circa le 4, quando un residente, uscendo di casa per recarsi al lavoro, ha notato due ombre attorno ad un'auto: "Cosa fate?". "Aspettiamo un amico", è stata la stizzita replica, prima di allontanarsi. L'uomo, intuendo che i soggetti non erano altro che ladri, ha cominciato ad inseguirli in direzione del Fiume Montone, avvisando contemporaneamente il 113.

Sul posto sono intervenute le "luci blu" della Questura, che in pochi minuti hanno rintracciato i due sospettati. Perquisiti, sono stati trovati con gli oggetti precedentemente rubati. Sulle vetture prese di mira non vi erano segni di scasso. Quindi presumibilmente erano state incautamente lasciate aperte. I malviventi sono stati denunciati a piede libero: il 25enne, trovato con un coltello a serramanico con la punta spezzata, è stato accusato anche di porto di oggetti atti ad offendere.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Esce di casa e sorprende "topi d'auto" in azione: nei guai due giovani

ForlìToday è in caricamento