Dai cimiteri spariscono vasi in rame: la Polizia dà la caccia ai ladri seriali

Gli agenti dell'Ufficio Prevenzione Generale, diretto dal commissario Stefano Santandrea, sono al lavoro per dare un volto ai responsabili di una serie di colpi

Furti seriali nei cimiteri del Forlivese. Gli agenti dell'Ufficio Prevenzione Generale, diretto dal dirigente Stefano Santandrea, sono al lavoro per dare un volto ai responsabili di una serie di colpi messi a segno tra il 6 ed il 10 aprile nei cimiteri di Busecchio e Vecchiazzano. Il primo intervento è del 6 aprile al cimitero di Vecchiazzano, dove un cittadino forlivese ha segnalato al 113 la sparizione di un grosso vaso in rame dalla tomba di famiglia.  Nel corso dell’intervento gli agenti della Volante hanno accertato la sparizione di vasi ed arredi funebri da altre due tombe oltre a quella della persona che aveva segnalato la sparizione alla Polizia. I ladri hanno preso di mira soprattutto oggetti in rame, in tutto tre vasi.

Il 10 aprile è invece avvenuto un secondo episodio che ha interessato il cimitero di Bussecchio. Un forlivese ha segnalato l’ammanco di oggetti dalla tomba di famiglia, sospettando del furto una giovane donna bionda di circa 25 anni, vista allontanarsi insieme ad un uomo. Il sopralluogo effettuato dal personale della Questura di Corso Garibaldi ha permesso di individuare quattro tombe dalle quali sono stati sottratti oggetti funebri (un vaso in ottone, quattro di bronzo e tre di rame di medie-grandi dimensioni). Sono in corso indagini per identificare le due persone sospette descritte dai testimoni identificati nei paraggi.

Nei giorni scorsi a far emergere il problema dei furti nei campi santi era stata anche Laura Pausini. Intervenuta nel corso della trasmissione “La versione delle due” di Radio2, la cantante di Solarolo aveva raccontato che "nel cimitero del mio paese, dove sono seppelliti dei bambini tra i quali una mia nipotina che purtroppo è deceduta a 2 anni e mezzom rubano i fiori e i giocattoli che gli mettiamo. Vorrei che ci fossero delle telecamere che li becchino e li mettano su Rai1". "Queste persone - ha aggiunto la cantante romagnola - devono pagarla pesantemente. Non è possibile che vadano nei posti dove le persone dove i defunti riposano e dove chi le piange da fuori lasciano un oggetto. E' una cosa vergognosa".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Dea Bendata torna in Corso della Repubblica: colpaccio con soli 3 euro

  • L'ospedale "Morgagni-Pierantoni" di Forlì torna in televisione in prima serata sulle reti Rai

  • E' in Rianimazione per la meningite, scatta la profilassi per ben 80 persone entrate in contatto col malato

  • Due concorsi per una settantina di posti nel pubblico impiego, la Cgil organizza la formazione

  • Assalita nella lite condominiale a suon di 'terrona' e 'morta di fame': l'amara segnalazione di una donna

  • Nuovo caso di meningite: paziente ricoverato in Rianimazione. Scattata la profilassi

Torna su
ForlìToday è in caricamento