rotate-mobile
Venerdì, 27 Gennaio 2023
Cronaca Bertinoro

Ondata di furti a Fratta Terme, oltre all'incursione dei ladri l'angoscia per il cane scomparso

Oltre al danno dei ladri in casa, hanno dovuto affrontare anche la paura di aver perso il loro cagnolino Tommy

Oltre al danno dei ladri in casa, hanno dovuto affrontare anche la paura di aver perso il loro cagnolino Tommy, il fedele amico di una vita. La brutta esperienza è stata vissuta dalla signora Patrizia e dal marito, che domenica sera, al ritorno da una pizza con gli amici, hanno trovato la loro abitazione, in via Biella a Fratta Terme, aperta e tutta sottosopra. Probabilmente erano stati tenuti d'occhio dai malviventi che, appena li hanno visti uscire, hanno forzato le finestre e sono entrati. All'interno avevano lasciato il cane e la gatta.

I gatti, è normale, che al minimo rumore strano si diano alla fuga; ma i cani, solitamente, quando si trovano soli in casa fanno la guardia e se sentono dei rumori iniziano ad abbaiare. "Sicuramente Tommy avrà abbaiato parecchio come fa sempre quando sente qualcosa di strano - spiega la signora Patrizia - ma visto che abitiamo in una casa singola e domenica sera pioveva fortissimo, è molto probabile che nessuno l'abbia sentito. Tommy, un meticcio di 4 chili e mezzo, avrà abbaiato fino a sfinirsi, poi, chissà, è anche probabile che gli abbiano dato un calcio, o l'abbiano impaurito talmente tanto da farlo scappare da casa sua. Il fatto è che quando siamo tornati, era tutto sottosopra e lui non c'era più".

"L'abbiamo cercato ovunque, nel garage, negli angoli più bui, anche nel freezer, perché a volte si leggono cose strane e la mente malata degli uomini è incomprensibile. Ma nulla. E così, temendo il peggio, abbiamo chiesto aiuto alla comunità. La mattina presto sono andata a cercarlo con mia sorella Franca. Ho stampato la sua foto e l'ho attaccata ovunque. Poi, sempre grazie a mia sorella, ho messo vari post anche sui social. Il mio timore era che l'avessero ucciso o che si fosse talmente spaventato da non tornare più. Invece, nel primo pomeriggio di lunedì, un signore ci ha informato che l'aveva visto non lontano da casa nostra e così siamo andati subito a controllare. L'abbiamo visto mentre vagava ancora scosso, era talmente spaventato che non voleva più tornare, faceva fatica a farsi prendere. Poi una volta che sono riuscita ad avvicinarlo ha iniziato a leccarmi. E' stata una grandissima gioia poterlo riabbracciare", spiega.

Per quanto riguarda il furto, invece, i ladri hanno rubato l'oro trovato senza portar via altre cose di valore di dimensioni più grandi. "Cercavano soldi e oro - continua la signora Patrizia - Ho saputo che hanno tentato di rubare anche nella casa dei nostri vicini arrampicandosi alla grondaia, ma visto che in casa c'erano i proprietari hanno dovuto desistere. Purtroppo sono settimane che si sente parlare di furti qui a Fratta Terme. Dovrebbero prenderli e non farli più uscire dalla galera, così capirebbero che non si può fare ciò che si vuole. Un ringraziamento particolare lo vorrei fare alle persone che si sono preoccupate per Tommy -  e sono state veramente tante - e alle forze dell'ordine, i Carabinieri di Meldola, che sono arrivati subito e sono stati molto efficienti. Ora speriamo solo che acciuffino i ladri e li puniscano per bene". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ondata di furti a Fratta Terme, oltre all'incursione dei ladri l'angoscia per il cane scomparso

ForlìToday è in caricamento