Ondata di furti nel cuore della notte, colpito "Il Gigante": cassaforti tagliate col flessibile

I detective non esclusono che gli stessi abbiano colpito anche alla vicino Caviro

Ondata di furti nel cuore della nottata tra mercoledì e giovedì nella zona artigianale di Pieveacquedotto. Nel mirino di una banda è finita l'area del centro commerciale "Il Gigante". Secondo quanto ricostruito dagli agenti della Volante della Questura di Forlì, i malviventi si sono fatti strada creandosi un varco nella recizione esterna lato autostrada. Quindi hanno forzato le porte posteriori di almeno quattro aziende, rovistando tra gli uffici alla ricerca di contanti.

Hanno tagliato e sradicato alcune cassaforti aiutandosi col flessibile, ma all'interno dei forzieri vi erano prevalentemente dei documenti. Un lavoro che ha richiesto comunque parecchio tempo. Nel fuggire i banditi hanno abbandonato del materiale utilizzato per i furti. Il tutto è stato repertato dagli investigatori, che hanno avviato le indagini del caso.

Prima di entrare in azione i ladri hanno manomesso il sistema di videosorveglianza delle strutture. Questo lascia ipotizzare che fossero a conoscenza della presenza dei dispositivi di sicurezza e che probabilmente siano stati effettuati dei sopralluoghi giorni addietro. I detective non esclusono che gli stessi abbiano colpito anche alla vicino Caviro, scappando con alcuni computer portatili.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Furgone si scontra contro un'auto: tragedia sull'incrocio pericoloso della via Emilia, muore un 57enne

  • Sciagura sui binari, morto un giovane travolto da un treno: traffico paralizzato per ore

  • 13 modi di usare il bicarbonato di sodio che ancora non conosci

  • L'oroscopo della settimana dal 10 al 16 febbraio di Paolo Fox: la classifica dei segni zodiacali

  • Installati altri quattro Velo Ok: si completa a Forlì la mappa delle colonnine arancioni

  • Urla e danneggiamenti nel cuore della notte: trovato ubriaco in strada in maglietta e mutande

Torna su
ForlìToday è in caricamento