rotate-mobile
Cronaca

Furti in casa triplicati a Forlì-Cesena, Biserni (Asaps): "La popolazione si sente accerchiata"

" Il dato del CENSIS con quel +313% dei furti in 10 anni nella nostra provincia non è altro che la certificazione di una condizione di rischio sempre più diffuso e purtroppo non solo percepito"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ForlìToday

Fa male vedere che mentre sul versante degli incidenti stradali, materia di competenza di un’associazione come l’ASAPS, si stanno ottenendo nella provincia di Forlì-Cesena risultati veramente ottimi con un calo record della mortalità sulle strade, sul versante della sicurezza dei cittadini, in particolare i furti in appartamento, assistiamo ad una vero e proprio assalto di fatto incontenibile e impunito. Il dato del CENSIS con quel  +313% dei furti in 10 anni nella nostra provincia non è altro che la certificazione di una condizione di rischio sempre più diffuso e purtroppo non solo percepito.

Un dato preoccupante che conferma che l’Italia e la nostra provincia in particolare sono ormai territorio di saccheggio sistematico delle abitazioni.

In un Paese  incapace di far scontare pene men che adeguate, con i ladri liberati dopo pochi giorni se non addirittura poche ore, con pantere della polizia sempre più "grigie" (età media degli agenti ormai più vicino ai 50 che ai 40 anni), con  carenza di auto di servizio e di mezzi, con un coordinamento quasi a zero fra le forze dell'ordine, si può solo parlare di "Predazione assistita" !!

Osserviamo con stupore anche nella nostra provincia  al periodico impegno della autorità coordinate dal prefetto,  fatto di tavoli di confronto e di rassicurazioni. Ma la realtà è sotto gli occhi di tutti.

E’ bene si sappia che la popolazione si sente accerchiata e guarda con preoccupazione il senso di impotenza delle forze di polizia.

Quando parliamo di coordinamento quasi a zero non vogliamo fare un facile allarmismo. Premesso che di pattuglie sul territorio se ne vedono pochissime ricordiamo che ancora nel 2015 se è in atto un furto o una rapina in una abitazione privata - mettiamo a Villa Selva o San Varano -  e per caso intervengono pattuglie di tutte le 5-6 forze di polizia (Carabinieri, Polizia di Stato, Guardia di Finanza, CFS, Polizia Municipale e Polizia Provinciale) ogni organismo ha una propria frequenza radio e nessuna pattuglia, pur a vista l’una con l’altra, riesce a parlarsi via etere se non passando ognuna dalla propria centrale operativa! Mentre i malviventi comunicano direttamente fra loro e molto bene!

No non ci sono le condizioni oggi per una inversione di tendenza e i cittadini sentono sempre più la necessità di mettere “sacchi di sabbia alla finestra”.

Giordano Biserni, Presidente Asaps

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furti in casa triplicati a Forlì-Cesena, Biserni (Asaps): "La popolazione si sente accerchiata"

ForlìToday è in caricamento