Raffica di furti nel periodo natalizio: assicurata alla giustizia la banda dei ladri acrobati

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Osimo hanno arrestato tre cittadini albanesi di 35, 33 e 28 anni già noti alle forze dell'ordine residenti tra le province di Fermo e Perugia

Sono accusati di aver messo a segno numerosi furti tra la Romagna e le Marche. I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Osimo hanno arrestato tre cittadini albanesi di 35, 33 e 28 anni già noti alle forze dell'ordine residenti tra le province di Fermo e Perugia. Si tratta di soggetti che erano stati arrestati in flagranza lo scorso 29 dicembre nel loro covo di Porto Sant'Elpidio. Il terzetto è stato colpito da un'ordinanza di custodia cautelare firmata dal pubblico ministero Rosario Lioniello e firmata dal giudice per le indagini preliminari Carlo Masini.

Sono ritenuti responsabili di 6 furti aggravati in concorso, due dei quali tentati, ma sono indagati anche per altri 43 colpi avvenuti tra Pesaro, Rimini, Ravenna e Forlì, per i quali procedono le rispettive Procure. Tutto è partito da un colpo in un appartamento vicino alla Statale 16 avvenuto ad Osimo il 9 dicembre, seguito da altri blitz in più province, sempre nella stessa fascia oraria (tra le 17 e le 20) e a breve distanza a piedi da un’abitazione all’altra: i ladri acrobati entravano dal retro, arrampicandosi anche ai piani alti su ringhiere e grondaie. Poi rompevano il vetro o gli infissi e si intrufolavano in casa, con l’accortezza di chiudere dall’interno la porta principale o ostacolare l’ingresso con poltrone, divani e mobili, per evitare di essere disturbati.

Tuttavia, in alcuni casi sono entrati anche in presenza dei proprietari. Due dei tre albanesi si trovavano già ai domiciliari e il terzo in carcere, dopo l’arresto in flagranza del 29 dicembre a Porto Sant’Elpidio: erano stati sorpresi dopo aver compiuto due furti a Falconara, mentre a bordo di una Opel Corsa uscivano al casello dell’A14 di Civitanova dopo un inseguimento. Le perquisizioni avevano consentito di recuperare refurtiva e denaro, oltre agli arnesi da scasso. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dalla quaterna al terno: la Dea Bendata trova casa in Corso Garibaldi, nuova gioia col Lotto

  • Attacco di recensioni negative, il ristorante pubblica un cartello contro gli "haters"

  • Incidente sulla Cervese, ci sono feriti: lunghe code di auto nel rientro dalla riviera

  • Non ce l'ha fatta il motociclista tamponato da un'auto: era un volto noto della città

  • Dove mangiare a Cesenatico? La top 5 dei ristoranti di pesce

  • Attraversa davanti all'Electrolux, gravissimo un lavoratore investito da un'auto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ForlìToday è in caricamento