rotate-mobile
Lunedì, 15 Agosto 2022
Cronaca Cà Ossi / Via Bargossi Achille

Furto con carneficina di conigli, presi i responsabili: nel covo munizioni e kit per rapine

Sono state indagini lampo quelle condotte dagli uomini della Questura di corso Garibaldi, iniziate dopo ben sette furti commessi nell'area rurale di San Martino in Strada

Presi i responsabili del macabro furto messo a segno nella nottata tra venerdì e sabato negli orti in via Bargossi. Gli agenti della Squadra Mobile di Forlì, diretti dal dirigente Claudio Cagnini, hanno arrestato con l'accusa di ricettazione aggravata in concorso cinque giovani moldavi (alcuni con doppia cittadinanza romena in modo da esser comunitari), tra i 20 ed i 25 anni. Tra questi anche tre fratelli, che avevano vissuto nel ferrarese. Uno era noto alle forze dell'ordine per lesioni, un altro per un precedente specifico per reati contro il patrimonio. Sono state indagini lampo quelle condotte dagli uomini della Questura di corso Garibaldi, iniziate dopo ben sette furti commessi nell'area rurale di San Martino in Strada.

Tra questi il furto negli orti di via Bargossi, dove sono stati uccisi e macellati sul posto una ventina di conigli. Non contenti i malviventi sono scappati anche con attrezzature (trapani, motoseghe, idropulitrice, decespugliatore, taniche carburante ed attrezzatura varia da giardino) trovate nelle rimesse. Secondo gli inquirenti sono almeno cinque i colpi commessi nella nottata tra venerdì e sabato. Gli inquirenti sono riusciti ad individuare il covo del gruppo a Meldola. Le indagini sono partite dalla segnalazione di un'auto, una "Volkswagen Sharan" con targa straniera. La vettura è stata trovata parcheggiata sotto una palazzina, dove non risultavano residenti soggetti di nazionalità straniera. Dopo una serie di appostamenti di alcune ore e informazioni acquisite dal vicinato, è scattato il blitz nel primo pomeriggio di sabato.

Banda di ladri nella rete della Squadra Mobile

I malviventi sono stati sorpresi all’interno di un appartamento, occupato senza averne lecito titolo (sono attese le dichiarazioni assunte dal locatario), in possesso di tutta la refurtiva notturna, nonché di altro materiale della stessa tipologia sul quale sono in corso approfondimenti circa la provenienza verosimilmente anche questa furtiva. Si tratta di materiale rubato presumibilmente ad aprile. Durante la perquisizione sono state rinvenuti circa due chili di polvere da sparo (di provenienza ancora sconosciuta), munizioni calibro 12 per fucile ed alcuni proiettili per pistola calibro 9x21, nonché altro materiale senz’altro utilizzabile per azioni delittuose contro il patrimonio, rapine e furti, come un passamontagna, una maschera da carnevale, guanti, fascette da elettricista ed una pistola giocattolo priva di tappo rosso. Gli investigatori non escludono che alcuni componenti abbiano messo a segno qualche rapina. Il fermo è scattato per il pericolo di fuga: gli indagati si trovano in carcere a disposione del pubblico ministero Lorenzo Puccetti.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furto con carneficina di conigli, presi i responsabili: nel covo munizioni e kit per rapine

ForlìToday è in caricamento