menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ubriaco si presenta al pronto soccorso e ruba monitor da Radiologia: preso

Il tempestivo intervento della Polizia ha impedito disagi al reparto di Radiologia: senza i monitor rubati, infatti, il servizio di mercoledì sarebbe stato limitato al 50%.

Ha rubato due monitor di ultima generazione dal reparto di Radiologia dell'ospedale "Morgagni-Pierantoni" di Vecchiazzano. Un danno che avrebbe portato ad una limitazione del 50% del servizio per quella sala. Ma il tempestivo intervento degli agenti della Volante della Questura di Forlì, sotto la guida del dirigente Felice Ronca, ha scongiurato il peggio. Il ladro, un marocchino di 31 anni senza fissa dimora, è stato infatti assicurato alla giustizia.

L'episodio si è consumato martedì sera. A chiedere l'intervento del 113 una guardia giurata, che ha segnalato la presenza di due ubriachi al pronto soccorso. Poco dopo il vigilantes stesso ha informato che uno dei due individui si era allontanato prima di ricevere la prestazione sanitaria nel cortile con un monitor da computer. In circa 30 secondi si è materializzata la prima Volante, che ha bloccato il malvivente.

Lo schermo era stato rubato da una sala attigua al pronto soccorso, dove vengono effettuate le radiografie. Nel corso della perlustrazione i poliziotti hanno trovato un secondo monitor touch screen rubato dallo stesso reparto e nascosto nella federa di un cuscino. Il ladro ha tentato anche di rubare un terzo schermo, tranciando il cavo che lo collegava al computer.

L'individuo era stato controllato alcune ore prima sempre dagli agenti delle Volanti ed identificato con altre generalità. Al pronto soccorso si è infatti presentato con un tessera sanitaria appartenente ad un'altra persona, alla quale ha addebitato il ticket della prestazione sanitaria. Nel giro di pochi minuti ha accumulato reati su reati: dal furto continuato, alla falsa attestazione ad incaricato di pubblico servizio e sostituzione di persona.

Non contento ha cominciato a prendere a spintoni gli agenti che lo stavano caricando a bordo della pattuglia, beccandosi così anche l'accusa di resistenza a pubblico ufficiale. La serata del 31enne si è così conclusa con le manette tra i polsi. L'altro soggetto, sempre marocchino, è stato identificato e redarguito ad un comportamento più consono. Il tempestivo intervento della Polizia ha impedito disagi al reparto di Radiologia: senza i monitor rubati, infatti, il servizio di mercoledì sarebbe stato limitato al 50%.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Forlì è al centro del Nonprofit: il 23 aprile si terrà l'open day

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento