rotate-mobile
Venerdì, 14 Giugno 2024
Cronaca Vecchiazzano / Via Braga

Un ladro pasticcione e due ricettatori in un sol colpo nella rete della Polizia

I fatti sono avvenuti alle prime luci dell'alba di mercoledì nella zona di via Braga: tutto ha avuto inizio quando un residente si è accorto di aver subito il furto di vestiti, effetti personali e documenti, che si trovavano nella sua auto

Un ladro pasticcione e due ricettatori in un sol colpo nella rete degli agenti della Volante della Questura di Forlì. In manette è finito un 34enne di nazionalità marocchina, già noto alle forze dell'ordine per reati contro il patrimonio, mentre due connazionali, tra cui anche una donna, sono stati denunciati a piede libero. I fatti sono avvenuti alle prime luci dell'alba di mercoledì nella zona di via Braga: tutto ha avuto inizio quando un residente si è accorto di aver subito il furto di vestiti, effetti personali e documenti, che si trovavano nella sua auto.

Poco dopo le attenzioni del derubato si sono focalizzate su un "Hyundai Santa Fè", che procedeva a fari spenti, che ha riconosciuto esser il suv della titolare di un vicino agriturismo. Il conducente ha ingranato la retromarcia, ma nella manovra è finito nel fossato. Quindi è sceso dall'abitacolo, dileguandosi. Al volante vi era il ladro che poco prima aveva fatto razzia nella propria auto: in pochi minuti aveva avuto il tempo di indossare un giubbotto smanicato ed un berretto della vittima. Immediata la segnalazione al 113.

Agli uomini della Volante, giunti sul posto, non è sfuggita la presenza di un'altra auto nel fosso, una "Peugeot 106", rubata alcuni giorni fa ad un'azienda forlivese. Nell'abitacolo è stata rinvenuta della refurtiva, tra cui documenti cartacei, una ventina di pacchetti di sigarette ed orologi. A non molta distanza i poliziotti hanno scovato, accovacciato, il ladro. Quest'ultimo ha riferito che il materiale non era suo, ma di due connazionali, ospiti nel vicino agriturismo.

La perquisizione della camera, dove si trovavano alloggiati i due marocchini, ha permesso di recuperare stecche di sigarette, per un totale di oltre 150 pacchetti, trapani, seghe ed altra attrezzatura, un televisore ed un sacchetto con monetine. Al momento del controllo l'uomo, con precedenti per droga ed inottemperante ad un obbligo di firma, si è alternato, con insulti e spintoni. Quest'ultimo dovrà rispondere con la connazionale di ricettazione in concorso, oltre all'accusa di resistenza a pubblico ufficiale. Il ladro pasticcione è stato arrestato in flagrante per furto aggravato continuato. Giovedì mattina è comparso davanti al giudice per il processo per direttissima. La refurtiva recuperata si trova negli uffici della Questura di Corso Garibaldi in attesa di esser restituita.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un ladro pasticcione e due ricettatori in un sol colpo nella rete della Polizia

ForlìToday è in caricamento