Cronaca

Si aggiungono altre tre nuove opere in quella "galleria a cielo aperto" che è via Regnoli

E' giunta alla dodicesima edizione la “Galleria a cielo aperto” di via Regnoli. Il tema di quest'anno è “Mirabilia”. Mirabilia veniva chiamata nel Medioevo la letteratura di viaggio

E' giunta alla dodicesima edizione la “Galleria a cielo aperto” di via Regnoli. Il tema di quest'anno è “Mirabilia”. Mirabilia veniva chiamata nel Medioevo la letteratura di viaggio, sorta di guida per aiutare i pellegrini nel loro girovagare, ma sta ad indicare anche meraviglia, cose stupefacenti. La Galleria a cielo aperto attende i visitatori che sappiano cogliere in via Giorgio Regnoli un percorso pieno di meraviglie e di cose straordinarie. 

La “Galleria a cielo aperto” ormai contraddistingue la strada del centro storico. Artisti con le loro opere lungo i marciapiedi e sulle facciate delle case mescolati a residenti, studenti, commercianti, per un   luogo del cuore e della mente chi dia forza e continuità al cambiamento, che stimoli il coinvolgimento diretto e la partecipazione attiva dei cittadini. Questa esperienza ha preso il volo dal 2011 grazie a Regnoli 41 APS, motore del progetto di rivitalizzazione della strada.

Nell’edizione di quest’anno si aggiungeranno le opere degli artisti Cristian Cimatti, Silvia Pretto e un’opera dello scultore dei primi del ‘900 Giuseppe Casalini (1886-1957) che è stata donata dalla sua famiglia come riconoscimento al grande lavoro che l'associazione ha fatto per il centro storico di Forlì e per via Giorgio Regnoli. L’opera di Cristian Cimatti, intitolata “Radici”, ceramica raku con innesti di legno, sarà collocata sul davanzale del civico 73. L’opera di Silvia Pretto, dal titolo “Blu oriente”, bassorilievo di ceramica, verrà collocata sulla facciata del civico 75. L’opera di Casalini, bassorilievo in terracotta, dal titolo “Maria SS. del Fuoco” sarà affissa sulla facciata del civico 85.  L'evento inaugurale della Galleria di quest'anno è fissato invece per mercoledì alle 19.30.

Durante l'inaugurazione sarà premiata anche la foto vincitrice del nono concorso ‘ Uno scatto per Regnoli’ , concorso che “Regnoli 41” organizza insieme a “Postcard cartoline da Forlì” e che da questo anno sarà dedicato a Baldo Baldassari. La foto vincitrice è “Oltre il reale” di Alessio Agnoletti.

Nata per svolgere attività di utilità sociale, Regnoli 41 APS promuove l'integrazione e il pluralismo culturale, valorizza e tutela il patrimonio storico-artistico e ambientale di via Giorgio Regnoli e del centro storico di Forlì, favorendo l'incontro, lo scambio e la socializzazione tra gli abitanti provenienti da diversi paesi e culture e, contemporaneamente, valorizzando e rigenerando un includente sentimento di appartenenza dei forlivesi alla propria città.  Dal giugno 2014 è iscritta all'elenco delle Social Street, dal 2018 è indicata dalla Federazione Francese degli Itinerari Culturali Europei come associazione che ha ideato e applicato un progetto di rinascita di via Regnoli. Per la sua propensione all'arte, la via è stata citata dalla Lonely Planet. organizzare esposizioni, laboratori, presentazioni ecc. Un luogo dove incontrarsi e conoscersi.

Uno scatto per regnoli 2024

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si aggiungono altre tre nuove opere in quella "galleria a cielo aperto" che è via Regnoli
ForlìToday è in caricamento