rotate-mobile
Cronaca

Aumentano i gatti senza casa: "Sempre più abbandoni di adulti e meno adozioni"

Nonostante al canile non ci siano particolari emergenze riguardo gli abbandoni estivi, e i cani ospiti della struttura negli ultimi anni siano calati, purtroppo la situazione non è rosea al gattile, completamente gestito dell'Associazione Amici dei cani di Bagnolo

Nonostante al canile non ci siano particolari emergenze riguardo gli abbandoni estivi, e i cani ospiti della struttura negli ultimi anni siano calati, purtroppo la situazione non è rosea al gattile, completamente gestito dell'Associazione Amici dei cani di Bagnolo, non esistendo una struttura comunale per i felini. Questa si trova sempre in via Bassetta, a  Villanova di Forlì, a fianco al canile. “Qui i gatti aumentano sempre – racconta Ornella Montanari, una delle volontarie dell'associazione – abbiamo circa 120 ospiti, attualmente. Ma ci occupiamo anche delle colonie censite, in questo caso si parla di altri 400 gatti”. 

I volontari, 5 in tutto, si occupano tutti i giorni, inclusa la domenica e i festivi, della preparazione e distribuzione del cibo, provvedono alla pulizia delle lettiere e della struttura,  anche alla manutenzione e al miglioramento  di questa, controllano la salute dei gatti, perchè il problema di un singolo ospite può sfociare in un epidemia. Alcuni volontari ospitano presso la propria abitazione i gattini che devono essere allattati artificialmente ogni 3-4 ore e necessitano di maggiori attenzioni. “Il nostro è tutto volontariato, il Comune ogni anno contribuisce con una cifra che si traduce in circa 20 auro a gatto, per cui, di fatto, provvediamo noi”, chiarisce Montanari. Si cercano sempre nuovi aiuti economici e nuovi volontari che vogliano collaborare (info sul sito www.rifugiogattibagnolo.it) 

Nel 2015 sono aumentati gli abbandoni di adulti, spesso anche mici di solo pochi mesi, accanto al consueto problema dei cuccioli: “Non è ancora radicata la cultura delle sterilizzazione delle femmine, per cui troviamo cuccioli in ogni dove: qualche mese fa persino nel cassonetto del vetro. Una gattina è stata lanciata in un abitazione abbandonata, riportando gravi ferite. C'è anche chi li porta qui o ci chiama per farsi aiutare nell'adozione. Noi cerchiamo sempre di dare una mano, ma l'appello è uno solo: sterilizzate le gatte. Per questo, a volte, ci offriamo addirittura di farlo a a spese nostre. Il problema è che occupandoci di questo da circa 20 anni, ormai abbiamo sistemato tantissimi gatti, per cui le adozioni calano”. 

Ovviamente per i cuccioli è più semplice, “sopratutto se sono belli o sembrano di razza. Nel 2015 ne sono entrati circa 80 ed una 60ina sono stati adottati, “restano quelli più bruttini o claudicanti, che purtroppo per molti sono meno appetibili”, spiega con amarezza la volontaria. Un altro problema che sempre più spesso si ripresenta è quello di anziani che vengono a mancare o che, per motivi di salute, non possono più occuparsi del loro gatto. “Le famiglie molto spesso non possono o non vogliono tenere questa eredità, così altri gatti adulti arrivano da noi”. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aumentano i gatti senza casa: "Sempre più abbandoni di adulti e meno adozioni"

ForlìToday è in caricamento