Ginevra, centista al Classico: "L'emozione più bella? Svolgere un esame "normale" a scuola"

Nata a Torino nel 2001, si reputa "una persona forte, sensibile e molto riflessiva"

Ginevra Pro è tra le maturande di questa edizione particolare di maturità al liceo classico Morgagni di Forlì. Indirizzo "Scienze Umane", sezione D, ha conseguito il diploma col massimo dei voti. Nata a Torino nel 2001, si reputa "una persona forte, sensibile e molto riflessiva. Mi piace essere precisa e organizzata, e sono sempre pronta ad accettare nuove sfide, in ogni ambito di vita. Mi è sempre piaciuto studiare, fin da piccola, questa passione è cresciuta con me e so che mi accompagnerà anche nei prossimi anni".

E' fra i diplomati col massimo dei voti. L'indirizzo "Scienze umane" era cucito su misura per lei evidentemente...
La scelta della scuola superiore è stata presa "di cuore" possiamo dire. I miei professori e professoresse della scuola media mi spingevano ad intraprendere un percorso nel liceo classico o scientifico tradizionale, ma la mia decisione finale è stata proprio questa, nell'indirizzo Scienze umane, e alla conclusione di questo "viaggio" affermo di aver fatto la scelta giusta.

Cosa le è piaciuto in particolare di questo indirizzo?
In questi 5 anni mi sono evoluta come persona e studentessa, ho avuto l'opportunità di entrare nel mondo di discipline che mi hanno sempre affascinato come la psicologia e la sociologia, e di approfondirne le conoscenze. Ho conosciuto tante persone per cui provo grande stima, sia tra i miei coetanei, sia tra i docenti.

E' stato un anno particolarmente difficile vista l'emergenza sanitaria da covid?
Come tutti sappiamo il 2020 é stato un anno molto difficile, che ha imposto cambiamenti radicali nelle vite di tutti, sia nella sfera affettiva, che lavorativa, che scolastica.

Pregi e difetti della didattica a distanza...
La didattica a distanza è stata una bella sfida per tutti, professori e professoresse, alunni e alunne, soprattutto durante le prime settimane. In seguito grazie a una grande collaborazione e organizzazione siamo riusciti a proseguire e concludere l'anno con una parvenza di normalità. Penso che l'emozione più bella e sincera sia stata quando abbiamo avuto la conferma di poter svolgere un esame "normale", nelle mura della nostra scuola che ci ha accolto per 5 anni, cui ora abbiamo detto addio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ora l'attendono nuove sfide. Ha già in mente cosa farà?
Nel mio futuro certamente mi vedo ancora sui libri a studiare, ora mi sto preparando per il test d'ammissione per professioni sanitarie di settembre, l'obiettivo è entrare a ostetricia, anche se le difficoltà sono alte dati gli scarsi posti disponibili, incrociamo le dita!

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Dea Bendata non abbandona Corso Garibaldi: nuovo colpo al Lotto con un terno

  • Coronavirus, il bollettino domenicale: altri contagiati nel Forlivese

  • Coronavirus, ci sono i primi due studenti positivi: nessuna chiusura di classi e scuole

  • Coronavirus, altri quattro casi a Predappio. Tra i contagiati anche uno studente

  • Coronavirus, 5 pazienti in terapia intensiva. Scoppia un nuovo focolaio a Predappio

  • Denis Dosio, tanta sofferenza dietro il successo: confessione in lacrime al Grande Fratello

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ForlìToday è in caricamento