menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Gioco d'azzardo, il vicesindaco: "Baristi, rifiutate le slot machines nei vostri locali"

"Ci fa molto piacere che il signor Antonio Valente, titolare di un bar tabacchi in viale Jenner a Milano abbia deciso di non avere e di non volere mai installare le slot machine nel suo locale e bene ha fatto il Comune di Milano a premiarlo con un attestato"

"Ci fa molto piacere che il signor Antonio Valente, titolare di un bar tabacchi in viale Jenner a Milano abbia deciso di non avere e di non volere mai installare le slot machine nel suo locale e bene ha fatto il Comune di Milano a premiarlo con un attestato, che evidenzia  il suo impegno per contrastare la dipendenza da gioco". Sono le prime parole del vicesindaco di Forlì, Giancarlo Biserna, in merito alla decisione di un barista milanese di dire 'no' alle slot machines mangia soldi all'interno del suo locale.

Il vicesindaco, da sempre attento al problema del gioco d'azzardo, "auspica che tali gesti si moltiplichino, anche a Forlì, e sono ben pronto a iscrivere e ad attestare questi  nomi nel libro dei comportamenti virtuosi. Ricordo che recentemente è stata approvata una legge regionale  con due mesi di tempo per approvare il piano integrato di durata triennale per promuovere tra l' altro: interventi di formazione rivolti ad esercenti, operatori pubblici e volontariato, l'implementaziobne di un numero verde regionale per un primo servizio di ascolto, assistenza e consulenza, forme di premialità per coloro che espongono il marchio "slot freE-R di cui all' art. 7 della legge".

Biserna sottolinea "che in questa legge è stato recepito quanto già fatto dal nostro Comune come emerge dall' articolato che recita che i Comuni possono dettare  nel rispetto della legge  nazionale previsioni urbanistico-territoriali in ordine alla localizzazione delle sale da gioco, disciplinando anche gli elementi architettonici, strutturali e dimensionali delle sale e pertinenze stesse. Lunedì in Regione parteciperò al Coordinamento Enti Locali sulla materia con l' Assessore Regionale al fine di avviare il percorso di elaborazione del piano integrato".

VANETTI - Dopo l'impegno della Lega Nord in Comune, l'allarme gioco d'azzardo rimbalza anche in Circoscrizione 3 e ad esserne portavoce è il capogruppo del Carroccio, Stefano Vanetti. "Il boom delle sale da gioco/scommesse ha investito anche il nostro Comune - esordisce l'esponente del Carroccio -. Sono mesi che si assiste all'apertura senza freni di questi locali e troppo spesso ci si dimentica degli effetti destabilizzanti che il gioco produce."

"Microcriminalità furti e scippi proliferano intorno ai luoghi del gioco - chiosa il leghista -. Non possiamo assistere inermi a questa piaga che colpisce trasversalmente anche i nostri cittadini". Vanetti sollecita iniziative di contrasto al gioco d'azzardo attraverso l'introduzione di norme restrittive da un alto e dall'altro incentivi e/o sgravi fiscali per i locali pubblici che rifiutano l'installazione di slot machine e video lottery terminal.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Troppo stress nel lavorare da casa: il burnout da smart working

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento