Minorenni marinano la scuola e si trasformano in un branco di rapinatori: 8 denunce

Un giorno di metà maggio, verso il termine dell'anno scolastico, lo scorso 13 maggio, hanno deciso di marinare la scuola ed andare tutti assieme a rapinare un negozio

Un giorno di metà maggio, verso il termine dell'anno scolastico, lo scorso 13 maggio, hanno deciso di marinare la scuola ed andare tutti assieme  a rapinare un negozio,  otto studenti dai 15 ai 19 anni, di questi ben sette i minorenni nel momento del reato. Dopo circa un mese di indagini serrate la Polizia di Stato ha ricostruito quando accaduto ed ha spiccato per tutti e otto l'accusa di rapina. Nei guai sono finiti 4 maschi e 4 femmine, due stranieri del Bangladesh e sei italiani, tutti residenti a Forlì e nella valle del Bidente e frequentanti gli istituti superiori della città. Tranne un 19enne e un neo diciottenne, tutti gli altri sono adolescenti quasi tutti 15enni.

LA RAPINA - Secondo quanto ricostruito dalla Polizia, il gruppo di otto ragazzi lo scorso 13 maggio, intorno alle 10, è entrato in un negozio di abbigliamento di viale II Giugno e qui si sono subito sparpagliati per mettere in atto un'elaborata ruberia. Quello che è emerso dalla visione delle telecamere di videosorveglianza è un'azione ben coordinata, per cui è apparso subito chiaro che tutti e 8 i giovani erano entrati consapevoli del proprio ruolo: a turno hanno distratto l'unica persona presente, l'anziana titolare quasi ottantenne, coprendole la visuale mentre gli altri arraffavano vestiti di ogni tipo, maschili e femminili, compresi i costumi da bagno. Nel muoversi creavano vistoso disordine sui banchi, si parlavano da una parte all'altra del negozio, così che era sostanzialmente impossibile tenerli tutti sotto controllo. E quando l'anziana ha detto chiaramente che aveva capito che stavano rubando e mettendo i vestiti nel proprio zaino o in quello dell'amico, è arrivata una fredda voce che ha risposto di "stare buona, che avevano quasi finito". Di fronte a quella minaccia - otto giovani contro un'anziana -  la donna si è impietrita e non ha potuto far altro che attendere imponente la fine della scorribanda del branco, in totale durata 22 minuti. In totale si stima che i capi rubati siano stati una cinquantina in totale, per un valore che si aggira intorno ai 2.500 euro.

L'INDAGINE – Il tutto è partito il giorno dopo, quando la figlia della titolare chiama dal Parco Urbano e dice di aver riconosciuto due dei giovani che avevano derubato la madre. Dopo il furto, l'aver rimesso tutto in ordine pazientemente e visionate le immagini, infatti la negoziante non ha avvisato nell'immediatezza del fatto le forze dell'ordine, forse per lo scoramento che ormai prende in questi casi e che porta a ritenere che denunciare sia diventato inutile. La Volante della Polizia quindi giunge sul posto e ferma i due bangladesi del gruppo, un 19enne e un neo-diciottenne residenti in centro a Forlì. I due, messi alle strette, ammettono la loro colpa (anche perché indossavano gli stessi capi rubati) e restituiscono 5 altri indumenti. Ma le indagini della Squadra Mobile vanno avanti ed incrociando i dati delle assenze a scuola con il giro di amicizie dei due riescono poco alla volta a scoprire gli altri membri della banda. Tutti convocati in Questura con i genitori, hanno ammesso sostanzialmente l'azione e hanno restituito i capi di abbigliamento, alcuni ancora muniti di cartellino.

LE FAMIGLIE – Assolutamente attonite le famiglie: tutti i genitori, collaborando con la Polizia, hanno spiegato che mai si sarebbero aspettati una cosa del genere ed hanno espresso profonda delusione per i propri figli. Alcuni, notando in casa delle magliette nuove, ne aveva chiesto conto, ottenendo però una bugia come risposta. Si tratta di giovani tutti con “famiglie normali” alle spalle, che torchiati dagli inquirenti hanno sostenuto di aver fatto una “bravata” e che non avevano consapevolezza della gravità della situazione. Tutti e otto sono stati denunciati alla Procura della Repubblica e alla Procura per i Minorenni per il grave reato di rapina in concorso (pm Francesca Rago). La refurtiva recuperata è di 38 capi di abbigliamento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cacciatore ferito da spari durante una battuta di caccia: soccorso in gravi condizioni

  • Colpisce due auto e poi si cappotta nel fosso: pauroso incidente

  • Stormi di migliaia di uccelli volteggianti sulla città, frastuono sugli alberi: la spiegazione del fenomeno

  • Falegname e pizzaiolo nei weekend, apre una pizzeria tutta sua: "Vetrina che si riaccende in centro"

  • Nella notte spunta uno striscione a Forlì: "Liberazione costellata di massacri e distruzione"

  • Salvini ritorna in città: "Aeroporto, Forlì deve essere collegata al mondo. Coop? Aiutare quelle vere"

Torna su
ForlìToday è in caricamento