menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Giovedì e domenica blocco totale del traffico in centro

A Forlì la situazione è altrettanto complessa: dall'inizio dell'anno il limite giornaliero è stato superato oltre 40 volte, a causa di traffico, condizionamento ambientale e attività produttive

La qualità dell'aria delle città della pianura padana è critica, la concentrazione di polveri sottili è superiore ai limiti giornalieri, che sono fissati sulla base di criteri sanitari. A Forlì la situazione è altrettanto complessa: dall'inizio dell'anno il limite giornaliero è stato superato oltre 40 volte, a causa di traffico, condizionamento ambientale e attività produttive, che sono le tre principali cause di inquinamento. In accordo con le associazioni economiche e sindacali del territorio a settembre si è condiviso di adottare un nuovo sistema di azioni, all'interno dell'accordo regionale per la qualità dell'aria.

Abbiamo deciso di attuare le limitazioni al traffico urbano solo in presenza di condizioni critiche per la salute. Purtroppo, per le straordinarie condizioni climatiche dei giorni scorsi, queste condizioni si sono verificate: dal 21 al 26 ottobre ci sono stati sei giorni di superamento consecutivi dei limiti giornalieri di PM10. Una situazione critica, soprattutto per le fasce deboli della popolazione. Giovedì prossimo 1 novembre e domenica 4 novembre, sarà attuato il blocco totale della circolazione su tutto il centro storico, in accordo all’ordinanza del Comune con le usuali deroghe  (l’ordinanza è consultabile sul sito  www.comune.forli.fc.it ).

Il blocco non risolverà il problema, ma vuole portare all'attenzione di tutti la tutela dell'ambiente. Vivere gli spazi della città significa ridisegnare la mobilità, il consumo e la produzione di energia, e i processi industriali. Il ruolo di ciascuno è determinante, e l'amministrazione vuole disegnare un nuovo modo di vivere la città, con il contributo e la disponibilità di tutti, come già sperimentato per “Forlì fa la differenza” e la “Notte Verde Europea”.  

Le azioni sono orientate a costruire un nuovo modo di vivere la città, senza sanzioni o coercizioni. Infatti, nessuna azione singolarmente è sufficiente a raggiungere gli obiettivi desiderati. In accordo al programma definito per il patto dei sindaci europei l'amministrazione ha progettato le seguenti azioni: nuovo polo per il trasporto pubblico locale, per promuovere lo scambio tra mezzi diversi e ridurre il numero di bus che circolano nel centro storico; incentivi per la riqualificazione energetica degli edifici privati; pedibus per i percorsi scolastici; sistema di raccolta domiciliare dei rifiuti; realizzazione di una piattaforma energetica da fonti rinnovabili a servizio delle attività produttive; iniziative per il centro storico, legate a navette e mezzi scambiatori con i parcheggi a corona; verifica degli impianti di condizionamento ambientale.


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Forlì è al centro del Nonprofit: il 23 aprile si terrà l'open day

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento