Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

Gli rubano la bici nella notte. La trova in vendita su Facebook e stana la ricettatrice

E quanto accaduto lunedì ad un cittadino forlivese, che, con un astuto stratagemma, è riuscito a stanare la ricettatrice

E’ stata sicuramente una sorpresa scoprire che la sua bici, rubata qualche ora, era stata messa in vendita con un annuncio su Facebook. E quanto accaduto lunedì ad un cittadino forlivese, che, con un astuto stratagemma, è riuscito a stanare la ricettatrice, "consegnandola" alle forze dell'ordine. E' il malcapitato stesso a raccontare a ForlìToday quanto accaduto: "Quando sono uscito di casa non ho trovato la bici che era stata lasciata nella rastrelliera in strada la notte - esordisce -. Poi navigando su Facebook, in un gruppo di scambio-vendo, ho trovato in vendita una bici identica alla mia, con le generalità della venditrice".

Mentre il derubato si è recato dai Carabinieri per sporgere denuncia, un conoscente ha individuato il domicilio della truffatrice, nella zona del centro di Forlì. A questo punto è scattata la "trappola": "Mi sono recato insieme ad un'altra persona a casa della "venditrice" chiedendole se avesse una bici in vendita in quanto ci serviva urgentemente e ci ha mostrato la bici che ho immediatamente riconosciuto. Ci è stato detto che potevamo provarla in strada. Così ho chiamato il 112 e nel giro di pochi minuti è arrivata la pattuglia". La donna, sessantenne, è stata così denunciata per ricettazione, mentre la bici è stata restituita al legittimo proprietario.

La vicenda ha avuto un lieto fine. Il lettore conclude con un consiglio: "Bisogna sempre denunciare i furti di biciclette. Solo in questo modo potranno ritornarne in possesso qualora capitasse un caso analogo o dovessero riconoscerla in giro. E' molto importante avere anche delle foto della propria bici, sopratutto dei particolari e segni di riconoscimento".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli rubano la bici nella notte. La trova in vendita su Facebook e stana la ricettatrice

ForlìToday è in caricamento