Gran finale internazionale per l'edizione 2020 dell'Ibrida Festival

L’artista visivo spagnolo Carlos Casas sarà protagonista di un evento live all’Arena San Domenico di Forlì insieme al percussionista e ricercatore sonoro Enrico Malatesta. In arrivo anche moltissima videoarte da tutto il mondo, per spettatori curiosi

L’artista visivo spagnolo Carlos Casas sarà protagonista di un evento live all’Arena San Domenico di Forlì insieme al percussionista e ricercatore sonoro Enrico Malatesta. In arrivo anche moltissima videoarte da tutto il mondo, per spettatori curiosi.

La quinta edizione di Ibrida - Festival delle Arti Intermediali propone un importante epilogo internazionale domenica 13 settembre a partire dalle ore 21 all’Arena San Domenico di Forlì con Krakatoa | Archive Works, performance visuale e sonora che l’artista spagnolo Carlos Casas presenterà insieme al percussionista Enrico Malatesta.

«Ispirato all’eruzione dell’omonimo vulcano in Indonesia nel 1883» spiegano i Direttori Artistici di Ibrida Festival Francesca Leoni e Davide Mastrangelo «Krakatoa rappresenta l’ultimo capitolo realizzato per la serie Archive Works, sperimentazioni con materiali d’archivio, found footage e film classici che manipolati da Casas si trasformano in un vero e proprio nuovo film. Un concatenamento spezzato di affetti a velocità variabili, un percorso ascensionale che è un viaggio d'esplorazione irregolare frutto di continua negoziazione tra la messa a fuoco della propria visione interiore, le accensioni luminose e le vie di fuga dal paesaggio: procurarsi da soli i propri ostacoli per rendere più vivace e sanguinosa la lotta contro il  presente.  Rappresentano un processo di scoperta e analisi di materiale  d'archivio -classico o contemporaneo- finalizzato alla creazione di un nuovo oggetto  cinematografico. Analogamente, il suono di Enrico Malatesta interpola repertorio e creazione, affidata a musicisti che la realizzano spesso dal vivo. Con Archive Works, Carlos Casas sperimenta un nuovo approccio al found footage e all'esplorazione dell’esperienza sonora». 
L’esibizione live di Casas e Malatesta sarà preceduta da Decoding reality, selezione video a cura di Kika Nicolela, videoartista e curatrice.
All’Arena San Domenico sarà inoltre possibile vedere la video installazione multicanale Vanitas vanitatum, et omnia vanitas di Francesca Fini.
Per tutto il giorno, infine, nelle tre stanze virtuali (Red, Green e Blue Room) create sul sito  HYPERLINK "https://www.ibridafestival.it" www.ibridafestival.it saranno disponibili gratuitamente diverse selezioni di video arte internazionale.

Siate curiosi, seguite anche l’ultima giornata di Ibrida Festival 2020. Ingresso unico ore 21 all’Arena San Domenico: € 6.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pensioni dicembre: pagamento anticipato, il calendario per ritirarle alla Posta

  • Chiude supermercato in corso della Repubblica, ma non si spegne la vetrina e restano i servizi ai residenti

  • Dopo la morte del figlio, l'anziana titolare si ritira: la prima fabbrica di cioccolato della Romagna è in vendita

  • Violento schianto frontale sul rettilineo: grave una donna, soccorsa con l'elicottero

  • Porta loro da mangiare, viene aggredito dai cinghiali che aveva "adottato": trasportato d'urgenza al Bufalini

  • Lo storico marchio della piadina cambia di proprietà. La produzione resta a Forlì

Torna su
ForlìToday è in caricamento