Martedì, 16 Luglio 2024
Cronaca

Granfondo 'La Casartelli": tre percorsi per ricordare Fabio sulle colline che tanto amava. La mappa della gara

Domenica si terrà la prima edizione della gara dedicata allo sfortunato ciclista deceduto nel 1995 a 25 anni durante una tappa del Tour de France. Era molto legato a Forlì in quanto è la città della moglie. La partenza è alle 8 da Piazza Saffi e solo in quel momento, per circa trenta minuti, ci sarà il blocco della circolazione stradale

Ci sarà anche il mitico Colle del Barbotto nel percorso della Granfondo ‘La Casartelli’, gara che si terrà per la prima volta domenica sulle colline della Provincia di Forlì – Cesena. Una corsa voluta dalla moglie Annalisa e dal figlio Marco per far ricordare Fabio a Forlì, città a cui il ciclista, deceduto nel 1995 a 25 anni durante una tappa del Tour de France a causa di una caduta, era molto legato. Forlì è infatti la città in cui è nata la moglie del campione olimpico di Barcellona 1992 e dove per molti anni si è allenato e ha conosciuto tante persone che ancora oggi lo ricordano con grande affetto.

Leggi le notizie di ForlìToday su WhatsApp

La corsa, valida come nona prova del Criterium Nazionale della Gran Fondo Cicloturistica Uisp, prevede tre percorsi adatti per tutte le tipologie di partecipanti: si passa da un tracciato più semplice di 47 km ad uno intermedio di 85 km fino ad arrivare al più duro di 129 km dove ci sarà anche la salita del Barbotto, protagonista nello scorso fine settimana della prima tappa del Tour de France, la Firenze – Rimini.

La partenza sarà domenica alle 8 da Piazza Saffi con i percorsi che si snoderanno verso Viale dell’Appenino per poi andare verso Meldola e Fratta, cambiando tracciato in base alla tipologia e alla difficoltà di gara scelta. L’arrivo è al Velodromo dove i partecipanti potranno festeggiare con un pasta party.

I percorsi della gran fondo

Percorso verde (47 km):  Piazza Saffi (partenza) - viale Giorgio Regnoli – Piazzale Indipendenza – viale Matteotti – Piazzale della Vittoria – viale Roma – via Campo di Marte – via Campo degli Svizzeri – via Mazzatinti – via Placucci – viale dell’Appennino – via Delle Caminate – Strada Provinciale 125 - Strada Provinciale 126 – Strada Provinciale (via 1° maggio) - via Roma – via Mazzini– via Bruno – via Sbaraglio Strada Provinciale 48 – Strada Provinciale 99 via Meldola Fratta – via Trò Meldola (Strada Provinciale 37 bis ) – Strada Provinciale 37 – via Emilia Strada Statale 9 – viale Roma – via Seganti – via Fontanelle – via Cerchia – viale Spazzoli (arrivo).

Percorso blu (85 km): Piazza Saffi (partenza) - viale Giorgio Regnoli – Piazzale Indipendenza – viale Matteotti – Piazzale della Vittoria – viale Roma – via Campo di Marte – via Campo degli Svizzeri – via Mazzatinti – via Placucci – viale dell’Appennino – via Delle Caminate – Strada Provinciale 125 - Strada Provinciale 126 – Strada Provinciale (via 1° maggio) - via Roma – via Mazzini– via Bruno – via Sbaraglio Strada Provinciale 48 – Strada Provinciale 99 via Meldola Fratta – via Maestrina – via Cellaimo (Strada Provinciale 39) - Strada Provinciale 65 – via San Mauro – Strada Provinciale 51 (via Settecrociari ) - via San Vittorie – via San Carlo – via Luzzena – Strada Teodorano Monte Cavallo – Strada Palareto Teodorano – immissione in Strada Provinciale 99 via Meldola Fratta – via Trò Meldola (Strada Provinciale 37 bis ) - Strada Provinciale 37 – via Emilia Strada Statale 9 – viale Roma – via Seganti – via Fontanelle – via Cerchia – viale Spazzoli (arrivo).

Percorso rosso (129 km): Piazza Saffi (partenza) - viale Giorgio Regnoli – Piazzale Indipendenza – viale Matteotti – Piazzale della Vittoria – viale Roma – via Campo di Marte – via Campo degli Svizzeri – via Mazzatinti – via Placucci – viale dell’Appennino – via Delle Caminate – Strada Provinciale 125 - Strada Provinciale 126 – Strada Provinciale (via 1° maggio) - via Roma – via Mazzini– via Bruno – via Sbaraglio Strada Provinciale 48 – Strada Provinciale 99 via Meldola Fratta – via Maestrina – via Cellaimo (Strada Provinciale 39) - Strada Provinciale 65 – via San Mauro – Strada Provinciale 51 (via Settecrociari ) - via San Vittorie – via San Carlo – via Linaro – via Borello (Strada Regionale 142 ) fino a Mercato Saraceno – via Saffi – Piazza Mazzini – via Garibaldi – Strada Provinciale 12 – Strada Provinciale 11- Strada Provinciale 79 (Rio Petra ) immissione su 142 (località Bivio Monte Gelli - Gualdo ) - via Borello – via Linaro – via Luzzena – StradaTeodorano Monte Cavallo – Strada Palareto Teodorano – immissione in Strada Provinciale 99 via Meldola Fratta - via Trò Meldola (Strada Provinciale 37 bis) - Strada Provinciale 37 – via Emilia Strada Statale 9 – viale Roma – via Seganti – via Fontanelle – via Cerchia – viale Spazzoli (arrivo).

Nessuna chiusura formale di strade

“Essendo una gara non competitiva non è necessario il blocco del traffico – spiega Barbara Bovelacci, sovraintendente della Polizia Locale – e quindi vigeranno le normali regole del codice della strada con i partecipanti che gareggeranno a fianco delle auto. Se un domani le iscrizioni dovessero diventare molto numerose, come ad esempio accade per la Nove Colli, allora verranno presi provvedimenti. L’unico momento in cui la circolazione verrà bloccata, sarà alla partenza per permettere a tutti i partecipanti di uscire da Forlì: lo faranno scaglionati in base al percorso scelto e impiegheranno poco tempo. Dalle 8 e per al massimo trenta minuti, non si potrà transitare da Piazza Saffi fino alla salita della Rocca delle Caminate, dove si arriverà da viale dell’Appennino. Il percorso poi si snoderà su tre anelli, in base ai tre tracciati stabiliti. Sicuramente sarà emozionante per i ciclisti più esperti salire sul Barbotto, perché lo troveranno ancora addobbato di giallo per il passaggio del Tour de France”.

Gli iscritti al momento sono poco più di cento, ma la cifra è destinata ad aumentare sensibilmente, perché La Casartelli sarà la terzultima prova del campionato italiano e dunque in palio ci saranno punti importanti per la classifica. Il costo dell’iscrizione è di 15 euro comprendente il pacco gara e ci si può iscrivere fino alle 7.45 di domenica.

“Crediamo che possa essere una gara per tutti – spiega Luigi Menegatti, Rappresentante della Ads Ciclo Club Estense, organizzatore dell'evento sportivo – ed infatti abbiamo ideato percorsi per chiunque abbia la passione di andare in bicicletta. Quello più semplice è adatto alle famiglie e a coloro che vogliono divertirsi pedalando, e pensiamo che possano percorrerlo in circa tre ore poi c’è quello intermedio che in 5 ore dovrebbe essere concluso ed infine quello più difficile dove i partecipanti avranno sette ore di tempi e gareggeranno atleti provenienti da tutta Italia per giocarsi il titolo nazionale. Abbiamo dato la possibilità di decidere all’ultimo se partecipare, aprendo le iscrizioni fino al momento della partenza, ma ricordo che per coloro che non sono tesserati per una società, quindi per quelli che sceglieranno il percorso più semplice, sarà necessario consegnare un certificato medico di idoneità sportiva. Un altro aspetto su cui abbiamo puntato molto è la sicurezza dei partecipanti, coprendoli con una assicurazione che non metterà a rischio nessuno”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Granfondo 'La Casartelli": tre percorsi per ricordare Fabio sulle colline che tanto amava. La mappa della gara
ForlìToday è in caricamento