rotate-mobile
Cronaca

"Greg" apre le porte, è il nuovo centro giovanile di San Giovanni Evangelista

Dopo l’apertura della Porta Santa a Bangui, nel cuore del’Africa, dopo l’apertura della Porta Santa a Roma, anche a Forlì nel giorno dell’Immacolata si sono aperte le porte. Quelle del centro di aggregazione della Parrocchia di San Giovanni Evangelista

Dopo l’apertura della Porta Santa a Bangui, nel cuore del’Africa, dopo l’apertura della Porta Santa a Roma, anche a Forlì nel giorno dell’Immacolata si sono aperte le porte. Quelle del centro di aggregazione della Parrocchia di San Giovanni Evangelista, in Via Angeloni 50. In una parola GREG, che sta per Gruppi Ricreativi Educativi san Giovanni.

Un’opera impegnativa, ma più che mai necessaria, voluta ed iniziata da don Erio Castellucci, ora vescovo di Modena, che si inaugura sotto la guida di don Mauro Dall’Agata. A tagliare il nastro don Erio. Un nastro bianco e rosso da cantiere, segno di una chiesa viva, che si costruisce ogni giorno con il contributo di tutti.

“Finalmente c’è posto per tutti - ha spiegato don Mauro Dall’Agata - bambini, giovani, anziani e non solo. E finalmente gli scout hanno uno spazio tutto loro: la Casa degli Scout. Ci sono le aule per il catechismo, le numerose realtà caritative, il circolo Acli Oscar Romero, il doposcuola, le attività con gli anziani, il laboratorio artistico Arte e Vita ed una piccola palestra per la ginnastica. Inoltre uno spazio aperto a tutti i giovani, anche se non frequentano la chiesa, dove fare oratorio, a partire dal doposcuola. Perché questo centro deve essere un crocevia, un vero luogo di accoglienza, grazie al lavoro di tantissimi volontari”.

Ma i muri non bastano, servono gli arredi. Ecco allora l’iniziativa “Un mobile per Greg” alla quale è possibile aderire offrendo un cestino (1 euro), un attaccapanni (8 euro), una sedia (20 euro), un tavolo quadrato (35 euro) o rettangolare (45 euro) o ancora un armadietto (80 euro). Chi desidera partecipare concretamente all’allestimento di questi nuovi spazi potrà lasciare il suo contributo ai volontari incaricati della raccolta, durante le Messe festive.

Numerosi gli slogan proposti tra cui uno che riassume bene il ruolo aggregativo di tutta l’operazione: “Facciamo centro al Greg”. Ma oltre ogni slogan è il senso che deve essere chiaro per tutti: le vere porte da aprire sono quelle del cuore.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Greg" apre le porte, è il nuovo centro giovanile di San Giovanni Evangelista

ForlìToday è in caricamento