menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rimborsi Iva sulle tariffe dei rifiuti, è un diritto ma mancano i soldi

Niente soldi per i rimborsi dell'IVA ingiustamente applicata sulle bollette dei rifiuti. Lo chiarisce con un comunicato la stessa Hera: verranno accettate le domande, ma per ora non avranno alcun seguito

Niente soldi per i rimborsi dell'IVA ingiustamente applicata sulle bollette dei rifiuti. Lo chiarisce con un comunicato la stessa Hera: verranno accettate le domande, ma per ora non avranno alcun seguito. Si tratta dell'intricata vicenda della sentenza n. 3756, emessa lo scorso 9 marzo dalla Corte di cassazione, in cui si ritiene che lo Stato abbia indebitamente introitato l'IVA.

Precisa Hera: “Hera SpA ha assoggettato ad IVA la Tariffa applicata al Servizio Gestione Rifiuti sulla base della normativa di tempo in tempo vigente e, nella qualità di sostituto d’imposta che le competeva, ha regolarmente provveduto a versare all’Erario statale il gettito d’imposta mano a mano riscosso, nei modi e nei termini previsti dalla specifica normativa. Essendo un diritto di ciascun Cliente presentare istanza di rimborso dell’IVA pagata, ai sensi della sentenza citata, Hera SpA accetterà ogni richiesta che le sarà presentata ma non potrà procedere ad alcuna forma di rimborso sino a quando non otterrà a sua volta dallo Stato la restituzione dell’imposta versata all’Erario”.

E ancora: “Quando ciò dovesse accadere sarà la stessa Società a provvedere alla restituzione del dovuto a ciascun Cliente che ne abbia diritto e ciò a prescindere dalla presentazione o meno di specifica istanza di rimborso. Al fine di avviare tale processo Hera SpA ha già investito la propria Associazione di Categoria affinché attivi presso il Parlamento ed il Governo le opportune iniziative.”

Le iniziative della sua associazione di categoria sono presto dette. Con una la diffida Federambiente intende “sollecitare il governo ad adottare misure risolutive di un contenzioso che dura da troppo tempo e che vale oltre 1 miliardo di euro. Federambiente, così com’è accaduto in tutti questi mesi, rinnova la disponibilità al confronto per l’individuazione delle più idonee, chiare e tempestive misure che il governo dovrà approntare”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento