rotate-mobile
Cronaca

Hera si affida all'agenzia per il lavoro, 300 nuove figure per guidare la transizione energetica: come candidarsi

La multiutility sta avviando, in collaborazione con la nota società di selezione, una capillare campagna di acquisizione di talenti

Le risorse umane sono uno dei principali elementi chiave per la crescita e lo sviluppo di un’azienda e dei territori in cui opera. Lo sa bene il Gruppo Hera che con oltre 9.000 dipendenti, di cui il 96,5% a tempo indeterminato, investe continuamente nello sviluppo delle competenze e nella formazione delle risorse.  All’interno di un contesto occupazionale sempre più complesso e per rispondere al crescente fabbisogno aziendale di profili tecnici e operativi, fondamentale per vincere le sfide della transizione energetica, il Gruppo Hera sta avviando una capillare campagna di acquisizione dei talenti, in collaborazione con ManpowerGroup, società leader nella selezione del personale. 

Insieme hanno ideato un progetto che prevede l’assunzione di nuove risorse dopo un percorso di formazione distintivo che consentirà loro di consolidare le proprie competenze, anche grazie alla Corporate University del Gruppo e all’utilizzo di strutture avanzate come il training center di Ferrara.  In questi giorni sta partendo una massiccia campagna informativa al fine di avviare i percorsi di formazione e i primi inserimenti già nel mese di ottobre. Entro il 2023 saranno circa 300 le risorse coinvolte, che saranno poi assunte nelle diverse aree della multiutility o dalle aziende fornitrici che supportano il Gruppo nella gestione dei propri servizi. Questo progetto va quindi a rafforzare l’impegno del Gruppo Hera nello sviluppo dei territori serviti in termini di assunzioni: solo nel 2021 sono stati circa 650 i nuovi inserimenti, di cui 150 tirocini.

Cosa prevede il progetto e come candidarsi

Il percorso vede il coinvolgimento del Gruppo Hera e di ManpowerGroup, attraverso le proprie società Manpower ed Experis, lungo l’intero iter di selezione: dalla candidatura all’inserimento, con l’obiettivo di valorizzare l’esperienza del candidato e svilupparne le competenze durante tutte le fasi del processo. 

Come funziona? Sarà possibile candidarsi attraverso la pagina dedicata all’indirizzo https://www.manpower.it/azienda/hera.

A valle di una prima fase di assesment, per i profili individuati verrà avviato un percorso di formazione dedicato, accompagnato sia da formatori di ManpowerGroup che da professionisti interni al Gruppo Hera. Alla fine del percorso di apprendimento, è previsto l’inserimento tramite contratto di apprendistato o a tempo indeterminato. 

La Corporate University HerAcademy e il training center di Ferrara

La formazione della maggior parte dei profili operativi si terrà in una nuovissima struttura polifunzionale del Gruppo Hera, presso la sede di Ferrara, dove le risorse potranno esercitarsi sulla rete idrica, gas ed elettrica in un ambiente controllato, sicuro e dotato di attrezzature all’avanguardia. Il complesso di aule e di corner dedicati all’applicazione pratica ed alla sperimentazione “sul campo”, è stato realizzato in un’area che per alcuni anni era rimasta inutilizzata e che ora invece, grazie a una ristrutturazione accuratamente studiata, è divenuta uno spazio a disposizione per la formazione tecnica fra i primissimi in  

Italia. Il training center di Ferrara fa parte di HerAcademy, la Corporate University del Gruppo Hera, che dalla sua nascita nel 2011 ha l’obiettivo di sviluppare ulteriormente le competenze e i comportamenti d’eccellenza all’interno del Gruppo. Grazie alle iniziative di HerAcademy, ad esempio, nel 2021 il 97% della popolazione aziendale, compresa quella più operativa, ha seguito dei corsi di formazione, per 260 mila ore complessive erogate pari a circa 30 ore di formazione pro-capite, ben al di sopra della media del settore. 

“Con questo nuovo progetto – afferma Tomaso Tommasi di Vignano, Presidente Esecutivo del Gruppo Hera – confermiamo l’importanza che attribuiamo non solo alla formazione delle persone, ma soprattutto puntiamo a strutturare per ogni talento un percorso altamente personalizzato e tagliato sulle sue peculiarità, investendo così sull’occupabilità delle persone: dalle competenze acquisite a quelle da potenziare. È un impegno che portiamo avanti da sempre e che risponde a una più ampia convinzione: quella che la valorizzazione delle persone che lavorano nel gruppo sia un modo per garantire la crescita e la solidità dell’azienda e, allo stesso tempo, generare ricadute positive per i territori serviti. Siamo inoltre coscienti dell’importanza delle nuove competenze per vincere le sfide della transizione energetica e delle conseguenti evoluzioni del mercato del lavoro. Vogliamo pertanto mantenere alta l’innovazione nei nostri processi di selezione e questo progetto ne è un esempio”. 

“Siamo orgogliosi di collaborare con Hera su questo importante progetto di formazione” dichiara Anna Gionfriddo, Amministratrice Delegata di ManpowerGroup. “Quella energetica è la principale sfida che ci troviamo ad affrontare, sia dal punto di vista ambientale sia economico. Non a caso il Pnrr dedica oltre 25 miliardi di euro di investimenti alla sola transizione energetica. E uno degli ingredienti fondamentali per vincere questa sfida è la disponibilità per le aziende di figure professionali con competenze solide e aggiornate costantemente. La formazione continua è infatti un aspetto essenziale del presente e del futuro del lavoro, sia per le aziende sia per le persone. Noi di ManpowerGroup siamo pronti a supportare l’innovazione e la transizione ecologica delle aziende italiane, nonché l’upskilling e il reskilling delle figure professionali”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Hera si affida all'agenzia per il lavoro, 300 nuove figure per guidare la transizione energetica: come candidarsi

ForlìToday è in caricamento