Nuova vita per l'Hotel della Città: ospiterà sale studio e aule universitarie

Sono iniziati i lavori di ristrutturazione del Centro Studi Garzanti che, in breve tempo, ospiterà sale studio e aule didattiche per gli Studenti del Campus Forlì dell’Università di Bologna.

Ser.In.Ar. e Fondazione Garzanti hanno firmato un protocollo d’intesa per ripristinare i corpi illuminanti del “Giardino Garzanti” di corso della Repubblica e per mettere a disposizione degli studenti universitari gli spazi del Centro Studi. Da martedì sono infatti iniziati i lavori di ristrutturazione del Centro Studi Garzanti che, in breve tempo, ospiterà sale studio e aule didattiche per gli Studenti del Campus Forlì dell’Università di Bologna. Nei mesi scorsi, era stato ripulito il giardino ed erano stati potati gli alberi antistanti l’hotel, restituendo così alla vista la pregevole opera architettonica di Giò Ponti.

Al termine dei lavori, che dureranno circa due mesi, il Giardino Garzanti e il Centro Studi saranno fruibili e potranno anche ospitare una mostra fotografica su Giò Ponti e la sua Opera, nel rispetto delle vigenti norme di sicurezza anti Covid19. "La Fondazione Garzanti ha concesso gratuitamente a Ser.In.Ar. un diritto d’uso su questi spazi - spiega Andrea Babbi, èpresidente della Fondazione Garzanti - perché sulla base delle sue specifiche esperienze e competenze, possa procedere rapidamente al recupero di questi spazi destinandoli ad un uso universitario e restituendoli anche alla intera comunità cittadina".

"E' stato predisposto rapidamente e sulla base di linee operative condivise con il Comune di Forli, un progetto di recupero e di ripristino del giardino e del Centro Studi - afferma il presidente di Ser.In.Ar., Alberto Zambianchi -. Il recupero è finalizzato ad una destinazione d’uso universitaria anche in considerazione dello sviluppo che le attività accademiche avranno presso la comunità forlivese con i prossimi decentramenti universitari, in primis l’attivazione della Scuola di Medicina. In questo modo, inoltre, si avvia un processo di rifunzionalizzazione di un’opera architettonica unica, progettata e concepita dal grande architetto e designer italiano Giò Ponti".

Confcommercio

Coglie positivamente la notizia il direttore di Confcommercio Forlì, Alberto Zattini: "I primi atti volti al recupero di quest’area, che versava in uno stato di evidente degrado da ormai 5 anni, sono da accogliere in modo estremamente positivi e vanno ad aggiungersi agli altri interventi svolti nella Città da parte dell’Amministrazione Comunale per migliorare il decoro urbano. Inoltre le dichiarazioni del presidente della Fondazione Garzanti Babbi ci fanno pensare che tutte le prospettive manifestate, nessuna esclusa siano di estremo interesse per il futuro di questa area della Città, per il corso della Repubblica sul quale si affaccia direttamente, e per l’intera Città sia dal punto di vista socio-culturale che economico".

"La futura integrazione di questa Area con le future attività accademiche, nello specifico le scelte fatte dall’amministrazione Zattini che è riuscita a portare già da quest’anno la facoltà di medicina a Forlì, siamo certi porterà ad una ripartenza di questa area e sarà di stimolo e aiuto anche alla vitalità economica della nostra città - conclude il direttore di Confcommercio -. Affermiamo senza alcun dubbio che la scelta effettuata dal sindaco Gian Luca Zattini in merito alla nomina dei consiglieri di propria rappresentanza all’interno del consiglio d'amministrazione della Fondazione Garzanti e nello specifico del presidente Babbi, sia stata centrata sia per le indubbie capacità della persona che per l’importantissimo profilo professionale che lo contraddistingue. Citando una battuta dello stesso Babbi ci auguriamo che la “fase 2 e la fase 3” dell’area Hotel della Città arrivino in fretta".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pensioni dicembre: pagamento anticipato, il calendario per ritirarle alla Posta

  • Chiude supermercato in corso della Repubblica, ma non si spegne la vetrina e restano i servizi ai residenti

  • Dopo la morte del figlio, l'anziana titolare si ritira: la prima fabbrica di cioccolato della Romagna è in vendita

  • Violento schianto frontale sul rettilineo: grave una donna, soccorsa con l'elicottero

  • Porta loro da mangiare, viene aggredito dai cinghiali che aveva "adottato": trasportato d'urgenza al Bufalini

  • Lo storico marchio della piadina cambia di proprietà. La produzione resta a Forlì

Torna su
ForlìToday è in caricamento