rotate-mobile
Venerdì, 9 Dicembre 2022
Università

Il Comune pronto ad acquistare l'Hotel della Città: investimento da 1,7 milioni per trasformarlo in uno studentato

La delibera, che sarà discussa nel prossimo Consiglio comunale convocato per giovedì, è stata presentata martedì pomeriggio nel corso della Prima Commissione consiliare

Il Comune di Forlì si prepara a metter mano sulla somma di 1,7 milioni di euro per acquistare il diritto di superficie dell'Hotel della Città per i prossimi 50 anni dalla Fondazione Garzanti, con possibilità di rinnovare il diritto di superficie per altri 50 anni allo stesso prezzo. La delibera, che sarà discussa nel prossimo Consiglio comunale convocato per giovedì, è stata presentata martedì pomeriggio nel corso della Prima Commissione consiliare: l'obiettivo dell'amministrazione comunale è quello di trasformare la struttura, chiusa nel marzo del 2015, in uno "studentato d'eccellenza", che ospiterà studenti universitari, ma anche docenti e ricercatori. 

L'acquisto dell'Hotel era già stato finanziato dal Comune nel 2021, ma è slittato per motivi tecnici al 2022 - facendolo rientrare così il finanziamento nell'avanzo di bilancio - in quanto si attendeva il semaforo verde della Soprintendenza alla Fondazione Garzanti per la cessione del diritto di superficie cinquantennale. L'assessore al Bilancio, Vittorio Cicognani, ha tenuto a chiarire che "vincolarsi ad una determinata destinazione d'uso della struttura in questo momento potrebbe esser penalizzante per il Comune, poichè si rischierebbe di non partecipare ad eventuali bandi e quindi reperire risorse dal Pnrr che potrebbero essere destinati all'edilizia universitaria". 

Il che significa, che i lavori "potrebbero slittare se non venissero intercettati i fondi dal Pnrr". Una volta acquisito l’ex Hotel della Città, verrà siglata una convenzione tra Comune di Forlì, Fondazione Cassa dei Risparmi, Università e Serinar per la gestione (la deliberazione da parte dell'Ateneo era prevista per martedì pomeriggio). Lo studentato dovrebbe ospitare tra i 90 e 110 studenti, il tutto nel rispetto della capienza della struttura. Il costo dei lavori di riqualificazione si aggirerebbe intorno ai 3 milioni di euro.

Secondo l'ipotesi di progetto, la Torre dell'Hotel, che ospita 25 camere da 30 metri quadrati ciascuna, tutte dotate di bagno, sarà destinata a ricercatori e docenti, mentre gli ambienti del piano rialzato saranno destinati a spazi di socializzazione (per lo studio e la lettura), sala conferenze e luoghi d'incontro. L'ala di via Fortis, con 32 camere da 20 metri quadrati, saranno destinate agli studenti universitari, con spazi comuni, mentre al primo piano si troveranno le aule studio e l'alloggio di rappresentanza-foresteria. "Non sarà acquisita tutta la superficie - ha spiegato Cicognani -, questo per consentire alla Fondazione Garzanti di esercitare le funzioni che le competono. Inoltre il giardino antistante, che sarà riadattato, sarà ad uso di tutta la cittadinanza". 

Per quanto riguarda le tempestiche, ha illustrato l'ingegner del Comune di Forlì, Gianluca Foca, "la progettazione è prevista per il 2023, poi al termine seguiranno sei mesi per il bando di gara per l'affidamento dei lavori, e dalla metà del 2024 cominceranno a decorrere i due anni per la realizzazione e collaudato". Se tutto procederà secondo la tabella di marcia stilata dall'amministrazione comunale, lo studentato sarà operativo all'inizio del 2026. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Comune pronto ad acquistare l'Hotel della Città: investimento da 1,7 milioni per trasformarlo in uno studentato

ForlìToday è in caricamento