menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

I bolidi del Gran Premio Nuvolari passano per Meldola: premiati i vincitori

Quest’anno si è registrato un numero di presenze record: oltre 300 gli equipaggi arrivati a Mantova, provenienti da Europa, Asia e Australia

Si è conclusa domenica la 29esima edizione del Gran Premio Nuvolari, partita venerdì mattina da Mantova, con la vittoria dell’equipaggio n. 72 di Mario Passanante e Raffaella De Alessandrini – Scuderia Franciacorta Motori al volante di una Fiat 508 C del 1937. La coppia, sempre nelle prime posizioni durante i primi due giorni di gara, ha dimostrato grande abilità e competenza nelle ultime prove speciali. Questa vittoria giunge a dieci anni esatti dall’edizione 2009 quando Mario Passanante, con la stessa vettura, tagliò per primo il traguardo di Piazza Sordello.

“Meglio di così non poteva andare, sono veramente felice - ha dichiarato Mario Passanante - Ho già vinto il Gran Premio Nuvolari due volte, nel 2008 e nel 2009, e quest’anno siamo finalmente riusciti a ripetere il successo. Per noi appassionati di auto vincere una manifestazione di questo livello ha un valore inestimabile, perché non è facile gestire una vettura di 80 anni per più di 1000 km. Ho agguantato la vittoria grazie alla mia navigatrice Raffaella". "È stata una gara molto impegnativa, ma veramente bella - aggiunge Raffaella De Alessandrini - Ho già partecipato al Gran Premio altre volte, ma non ero mai riuscita a vincere: davvero una bella emozione”.

Secondo classificato l’equipaggio n.94 di Giovanni Moceri e Himara Bottini a bordo di una Fiat 508 C del 1939. Moceri, nonostante la grande performance, non è riuscito a bissare il successo dello scorso anno. Al terzo posto l’equipaggio di Andrea Vesco e Manuela Tanghetti (n.34) con un’Alfa Romeo 6C 1750 SS del 1929, autore di una grande rimonta.

Quest’anno si è registrato un numero di presenze record: oltre 300 gli equipaggi arrivati a Mantova, provenienti da Europa, Asia e Australia. 17 i paesi rappresentati: Argentina, Australia, Austria, Belgio, Francia, Germania, Giappone, Gran Bretagna, Italia, Lussemburgo, Olanda, Polonia, Repubblica Ceca, Repubblica di San Marino, Russia, Spagna, Svizzera. 45 le case automobilistiche in gara: dalle italiane Alfa Romeo, Maserati, Fiat, Lancia, OM e Ferrari alle inglesi Triumph, Jaguar, Aston Martin e Bentley; dalle statunitensi Chrysler e Chevrolet, alle tedesche Mercedes, BMW e Porsche fino alle pursang francesi firmate Ettore Bugatti. Altro record le 95 vetture anteguerra che hanno partecipato alla gara.

Durante questa 29a edizione gli oltre 300 equipaggi hanno affrontato un percorso di 1025 km in gran parte rinnovato: prima tappa da Mantova a Bologna, passando lungo le rive del Lago di Garda, le montagne del Baldo e la Pianura Padana. Seconda tappa da Bologna a Rimini, attraversando gli scenari unici del centro Italia, i celebri passi appenninici della Raticosa e della Futa e città di straordinaria bellezza come Siena e Arezzo. Terza tappa da Rimini a Mantova, passando per Meldola, Faenza, l’Autodromo di Imola Enzo e Dino Ferrari e Ferrara.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Troppo stress nel lavorare da casa: il burnout da smart working

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento