menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

I club del Forlì Calcio a braccetto con l'associazione "Un due tre stella"

Lo scopo è quello di aiutare i bimbi al raggiungimento di uno sviluppo cognitivo, emotivo ed e motorio attraverso il gioco, corsi di psicomotricità funzionale assistiti da professionisti

Nonostante l'assenza dai campi da gioco dei galletti da ormai due mesi e l'impossibilità per i tifosi di ritrovarsi allo stadio o nelle classiche cene di fine anno, il Club Alberto Calderoni e il Club Rabbiosi Forlì,  non hanno voluto perdere l'abitudine di fare del bene sostenendo le tante associazioni presenti in città. Domenica una delegazione di tifosi ha infatti fatto visita in particolare all'associazione di promozione sociale senza scopo di lucro "Un due tre stella - APS Forlì" di Silvia Mambelli portando un sostegno economico frutto di una raccolta volontaria tra i tifosi. L’associazione nasce in memoria del padre, Livio Mambelli deceduto il 30 giugno che, per tutta la vita, ha svolto attività terapeutica e riabilitativa con particolare attitudine alla cura ed alla capacità di costruire un legame di fiducia con pazienti di ogni età, ed in particolare con i giovani.

Ed è proprio ai più piccoli che questa Associazione si rivolge, per aiutare i bimbi con disabilità e le loro famiglie a sentirsi adeguati, sicuri ed efficaci nel mondo; lo scopo è quello di aiutare i bimbi al raggiungimento di uno sviluppo cognitivo, emotivo ed e motorio attraverso il gioco, corsi di psicomotricità funzionale assistiti da professionisti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Casa

Come eliminare l'odore di fumo in casa: ecco i consigli

Attualità

"Non più soli", quattro posti alla Misericordia di Rocca San Casciano

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento