rotate-mobile
Mercoledì, 28 Settembre 2022
Solidarietà

Sla, in provincia in 50 lottano contro la malattia. In Piazza Saffi una gara di solidarietà

Quest'anno inoltre ci sarà una novità: domenica, dal tramonto in poi, verrà illuminata di verde, il colore della speranza, la fontana di Piazza Ordelaffi

Domenica la sezione Aisla di Forlì-Cesena celebra la Giornata Nazionale Sla, giunta alla 15esima edizione, allo scopo di sensibilizzare su tale rara malattia neurologica, rinnovare l’attenzione dell’opinione pubblica, dei decisori politici, del Servizio sanitario nazionale e delle Istituzioni sui bisogni di cura e assistenza dei malati Sla. La Sla è una malattia neurodegenerativa del sistema motorio ad esito mortale nel giro di pochi anni, tuttora senza una causa definita e senza una terapia in grado di guarirla o quanto meno rallentare. Nella provincia di Forlì-Cesena sono circa 50 le persone colpite da tale malattia, per lo più nella fascia di età che va dai 50 ai 70 anni. La giornata vuole esprimere, oltre che la doverosa attenzione alla malattia, alla complessità e onerosità dell’assistenza richiesta ai  famigliari/caregivers, anche un segno di solidarietà e generosità della nostra Città che accoglie l’appello di Aisla nazionale ad essere più uniti e forti.

Con il Patrocinio del Comune di Forlì-assessorato alle Politiche Sociali sono previste le seguenti iniziative. Sabato 17 settembre i giovani del Rotaract Club Forlì allestiranno dalle 9 alle 19 un banchetto in Piazza Saffi con la promozione di bottiglie di Barbera d’Asti Docg per una gara di solidarietà con lo slogan “Un contributo versato con gusto”. In segno di vicinanza, il Rotaract rivolge così "un pensiero a tutti coloro che sono affetti da questa terribile malattia, con la speranza che un giorno la ricerca possa vincerla". La sera e notte di domenica la fontana di Piazza Ordelaffi, come tanti altri monumenti in tutta Italia, sarà illuminata di verde, colore della speranza, della vita e della natura (oltre che rappresentativo di Aisla), a richiamare la speranza per un punto di svolta nella ricerca delle cause della malattia e della cura efficace.

Venerdì 21 ottobre, nel refettorio del San Domenico, dalle 14,30 alle 18,30, l’Aisla Forlì-Cesena e Opi (Ordine delle Professioni Infermieristiche Forlì-Cesena) organizzano un importante incontro medico-scientifico  informativo e formativo per il personale sanitario, aperto a famigliari e caregivers, in cui si farà il punto sullo stato attuale della ricerca sulla malattia e sull’assistenza sanitaria e sociale alle persone Sla del Distretto di Forlì.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sla, in provincia in 50 lottano contro la malattia. In Piazza Saffi una gara di solidarietà

ForlìToday è in caricamento