I ladri gli bloccano la porta d'ingresso col divano, scorge due ombre in fuga in giardino

I ladri hanno imperversato per il quartiere di Ca' Ossi, domenica sera. Non c'è stato solo il furto in via Pavan, dove i banditi, dopo aver ripulito un appartamento

I ladri hanno imperversato per il quartiere di Ca' Ossi, domenica sera. Non c'è stato solo il furto in via Pavan, dove i banditi, dopo aver ripulito un appartamento del primo piano, hanno bloccato con un divano la porta d'ingresso, così da intralciare l'eventuale arrivo dei padroni di casa, ma poco prima il copione si era ripetuto in via Don Vasumi, anche qui in un appartamento al primo piano ed anche qui il divano messo dietro la porta per bloccare l'ingresso del padrone di casa. E' accaduto intorno alle 19,30.

I ladri si sono arrampicati su un balcone posteriore al primo piano, favoriti dal buio di uno dei tanti giardinetti pubblici non illuminati di cui è piena la zona. Una volta dentro i ladri hanno cercato qualcosa da rubare, ma il colpo è andato a vuoto. I ladri probabilmente devono aver sentito il padrone di casa rientrare e se la sono data a gambe. Il proprietario di casa, invece, si è trovato la porta intralciata dal divano e ha perso quegli attimi che si sono poi rivelati preziosi per la fuga dei due ladri. Lo stesso proprietario ha poi intravvisto nell'oscurità le due ombre in fuga per il giardino posteriore. In casa non sembra sia stato rubato niente.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Non sono state allertate le forze dell'ordine sia perché non è stato rubato niente, sia perché in un precedente furto l'intervento delle forze di polizia si è rivelato, non per colpa degli operatori, inefficace e inutile. Purtroppo, infatti, sempre più cittadini, nello sconforto di non sentirsi tutelati, rinunciano a sporgere denuncia o anche solo a chiamare i numeri di emergenza se riescono a sventare i furti o se l'importo di quanto rubato è di scarso valore, tenuto conto che comunque non rientreranno in possesso dei loro beni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il telefono diventa muto e dal conto spariscono migliaia di euro: quarta truffa sui soldi in banca in un mese

  • Centauro esce di strada: la moto vola nella scarpata, interviene l'elicottero

  • Il covid-19 non ferma il progetto di quattro giovani: "Apriamo una pizzeria e puntiamo sulla qualità"

  • Dal tampone pre-assunzione scopre di essere positivo al covid-19

  • Covid-19, 109esima vittima nel Forlivese: è una donna di 80 anni

  • "Voglio farla finita": poliziotti e operatori sanitari salvano la vita ad un 21enne

Torna su
ForlìToday è in caricamento