rotate-mobile
Cronaca

Ido Erani dona un quadro su Padre Pio alla Diocesi di Lucera

L’idea di “Io sono in ognuno di voi”, pittura ad affresco di medie dimensioni realizzata a tecnica mista, è venuta al maestro Erani nel novembre scorso, mentre era in Puglia ad un incontro dei Rotary Club di cui è socio da decenni.

Ido Erani dona un quadro alla Diocesi di Lucera. L’artista forlivese svelerà l’opera raffigurante San Pio da Pietrelcina, giovedì 26 marzo, alle 19, al termine della celebrazione eucaristica presieduta dal vescovo di Lucera-Troia monsignor Domenico Cornacchia. L’idea di “Io sono in ognuno di voi”, pittura ad affresco di medie dimensioni realizzata a tecnica mista, è venuta al maestro Erani nel novembre scorso, mentre era in Puglia ad un incontro dei Rotary Club di cui è socio da decenni. In quella sede, il segretario rotariano di Lucera Costantino Pellegrino gli ha presentato Adolfo Affatato, imprenditore foggiano figlio spirituale di Padre Pio e autore del libro autobiografico “Io e il Padre”.

“Non sono un praticante e non frequento la chiesa – dichiara l’artista forlivese – ma sono devotissimo al santo con le stimmate. Quando ho incontrato Affatato non mi è parso vero di poter dipingere qualcosa come segno tangibile della mia vicinanza a Padre Pio”. La sua idea è stata prontamente “sposata” dal giovane vicario diocesano di Lucera-Troia don Ciro Fanelli, che gli ha commissionato un’opera per il Duomo di Lucera. Il primo frutto concreto della trasferta pugliese di Ido Erani e della consorte Giuliana Grilli, è stato, nel febbraio scorso, l’organizzazione nella Sala Refettorio del San Domenico di Forlì di un incontro di presentazione del libro “Io e il Padre”, in collaborazione con Davide Marchetti del Gruppo di Preghiera “Padre Pio” di Santa Maria del Fiore. Affatato, davanti ad una folta rappresentanza di aderenti dei Rotary Club di Foggia e Forlì, capitanati dai rispettivi presidenti Giulio Treggiari e Salvatore Ricca Rosellini, ha raccontato i 15 anni di vita trascorsi accanto al frate di San Giovanni Rotondo. Tutto il ricavato della vendita del libro è stato devoluto ai frati cappuccini di San Giovanni Rotondo per la mensa dei poveri. Subito dopo la presentazione del testo, il maestro di Vecchiazzano inizia a lavorare al quadro sul santo pugliese.

“La pittura ad affresco – spiega l’artista - interpreta la memoria e si richiama a modelli classici, a volte altisonanti e severi, addolciti e resi evanescenti dalla sua capacità di utilizzare il colore come una patina del tempo che avvolge ed esalta il tema centrale”. Nel caso del lavoro “Io sono in ognuno di voi”, Erani si è rifatto all’iconografia classica del frate con le stimmate, realizzando tuttavia un soggetto tipicamente “eraniano” in cui il cromatismo la fa da padrone, con la “visione” ben definita del volto Padre Pio che sfuma nella parete fittizia in cui è rappresentato. La trasferta pugliese di Ido Erani continuerà sabato 28 marzo, a Bari, con l’inaugurazione della mostra personale intitolata: “Intravisioni”. Giusto il tempo di rientrare in Romagna, che il maestro di Vecchiazzano è atteso da un altro grande exploit professionale: la partecipazione all’Esposizione Universale di Milano. L’opera “La dolcezza del grano” è stata scelta per il Progetto Expò “Belle Arti”, curato da Vittorio Sgarbi e allestito presso il Palazzo della Regione Lombardia a partire dal primo di maggio. Nata da un'idea di Sauro Moretti e Lorenzo Zichichi, la rassegna di Piazza Città di Lombardia proporrà 15 artisti da tutt’Italia accomunati dalla declinazione artistica, singola o plurima, del tema di Expò 2015 “Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita”.


Piero Ghetti

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ido Erani dona un quadro su Padre Pio alla Diocesi di Lucera

ForlìToday è in caricamento