menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Idraulico e piastrellista ladri part-time. Il primo arresto del 2012

Un idraulico ed un piastrellista, che lavoravano in regola (il secondo fino a poco tempo fa), residenti a Forlì, incensurati. Sono stati arrestati a distanza di pochi giorni con le accuse di furto aggravato e ricettazione

Un idraulico ed un piastrellista, che lavoravano in regola (il secondo fino a poco tempo fa), residenti a Forlì, incensurati. Sono stati arrestati a distanza di pochi giorni con le accuse di furto aggravato e ricettazione. Per ora sono ritenuti responsabili di un furto in abitazione portato a termine il 31 dicembre in via Gervasi e di un altro, non ancora denunciato, sempre lo stesso giorno, l'ultimo dell'anno, nel quale avrebbero portato a termine un terzo colpo, se non fossero stati messi in fuga dai proprietari, pare.

Per ora sono tre, ma secondo la prima e la terza sezione della Squadra Mobile, coordinate da Stefano Santandrea, i due arrestati, entrambi cittadini albanesi, di 24 e 20 anni, potrebbero essere responsabili di altri furti portati a termine in città.

La premessa:
Alla Polizia è stata segnalata una Fiat Punto bianca con due individui sospetti a bordo. Due segnalazioni diverse, in due zone diverse, in due momenti diversi. I cittadini hanno notato i movimenti dei due a bordo: percorrevano le strade in auto a bassa velocità, si fermavano, scendevano, si guardavano intorno. Tutto questo in zone già colpite da furti. Qualche elemento è stato fornito per l'identificazione della targa: l'auto è risultata intestata ad un cittadino del Burkina Faso, che nulla aveva a che fare con gli uomini descritti. Andando avanti con le ricerche la macchina è risultata in uso ad un cittadino albanese, E. S. le sue iniziali, del 1988, residente regolarmente a Forlì, con la famiglia, e da 5 anni dipendente di un'azienda come idraulico.

Il primo arresto:
L'auto è seguita dagli agenti della Mobile. Il pomeriggio del 31 dicembre, una volta partita dall'abitazione di E.S. (in malattia quel giorno), alla guida, con a fianco un secondo soggetto, l'auto viene lasciata in una via ed i due si allontanano a piedi. Niente fa pensare agli agenti che abbiano portato a termine un furto in quanto si sono mantenuti a distanza. Poco tempo dopo viene segnalato alla Polizia un furto proprio in via Gervasi, dove i due si erano allontanati. A questo punto due pattuglie intervengono, ma i malviventi si danno alla fuga a bordo della Punto. Dopo un breve inseguimento l'auto viene bloccata e il guidatore fermato. Il secondo soggetto riesce invece a scappare. E. S. viene così arrestato il flagranza di reato. Nella sua auto vengono trovati 2.500 euro  e oggetti d'oro, oltre ad un flessibile. In casa dell'arrestato altri ori, per un valore totale di 5mila euro circa. La Mobile crede di potere ricondurre la refurtiva anche ad altri furti.  Il Gip Luisa Del Bianco ha convalidato l'arresto lunedì. Coordina le indagini il Pm Alessandro Mancini

Il secondo arresto:
Nella Punto, dalla parte del passeggero, viene rinvenuta la chiave di una Volkswagen Golf, che viene trovata dagli agenti in una strada non lontana dall'abitazione del 24enne arrestato. Anche quest'auto è intestata ad una terza persona, non in Italia al momento. All'interno, però, c'è un documento di guida, intestato a V.M., albanese dell''84, residente fino a poco tempo fa a Forlì e assunto regolarmente come piastrellista. Da poco si sono perse le sue tracce. Nell'auto anche  un mazzo di chiavi ed un navigatore satellitare. Andando a controllare le ultime destinazioni, gli agenti della Squadra Mobile di Forlì vengono condotti ad un appartamento in un residence di Rimini. Lunedì sera entrano con le chiavi e trovano il 20enne con parecchia refurtiva, riconducibile, secondo la Polizia, a furti perpetrati nei primi giorni di dicembre.

La curiosità:
L'arresto del 31 dicembre è stato iscritto alla banca dati del ministero della Giustizia come il numero Zero del 2012. Ovvero il primo arresto del 2012 in Italia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento