Cronaca

Il battibecco sui social tra avvocati finì in diffamazione: pena ridotta in Appello

Il tutto nacque nel luglio del 2014 nell'ambito di uno scambio di commenti al vetriolo su Facebook, argomento calcistico

Pena ridotta in appello per l'avvocato Francesco Minutillo, accusato di diffamazione contro un suo collega Daniele Mezzacapo. A separarli su due sponde non solo la vicenda giudiziaria, ma anche la politica, visto che Minutillo è stato un dirigente storico di Fratelli d'Italia, mentre Mezzacapo appartiene alla Lega e attualmente è vicesindaco della città. Il tutto nacque nel luglio del 2014 nell'ambito di uno scambio di commenti al vetriolo su Facebook, argomento calcistico. Nell'ambito del battibecco virtuale Minutillo definì il suo collega “mezzo avvocato”, un'espressione che è stata ritenuta dal giudice De Leva del Tribunale di Forlì eccessiva e debordante rispetto a quanto ci si può “insultare” sui social pur stando su sponde opposte di opinioni sportive. Per questo Minutillo venne condannato a 8 mesi di reclusione (pena sospesa). La Corte d'Appello ha recentemente ridotto la pena a due mesi, ribadendo quindi che quelle parole non andavano scritte, ma considerando più lieve il fatto. Confermato il risarcimento di 500 euro al vicesindaco. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il battibecco sui social tra avvocati finì in diffamazione: pena ridotta in Appello

ForlìToday è in caricamento