menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Comune corregge: Forlì non è tra le più care per gli asili

Forlì non è tra i dieci capoluoghi con i servizi per i nidi d'infanzia più cari d'Italia. Il Comune di Forlì parla di classifica impropria, in riferimento a quella realizzata dall’Osservatorio Prezzi & Tariffe di Cittadinanzattiva

Forlì non è tra i dieci capoluoghi con i servizi per i nidi d'infanzia più cari d'Italia. Il Comune di Forlì parla di classifica impropria, in riferimento a quella realizzata dall’Osservatorio Prezzi & Tariffe di Cittadinanzattiva in quanto fa il confronto fra tipologie e sistemi tariffari diversi.  Il problema, secondo l'assessore Gabriella Tronconi, è che “tale dato emerge da un confronto fra tipologie e sistemi tariffari differenti e imparagonabili. La sola comparazione delle rette non valuta, peraltro, la qualità dei servizi, strettamente dipendente da standard normativi che variano sensibilmente da regione a regione”.

Il Comune fornisce quindi i dati reali relativi ai nidi d'infanzia del Comune di Forlì per il corrente anno scolastico 2011/12. A Forlì il sistema tariffario è fondato sulla completa personalizzazione della retta (ogni famiglia paga una retta determinata in base all'ISEE del nucleo familiare - da euro 7.500,00 a euro 35.000,00). Sono previste semi-esenzioni ed esenzioni per particolari casi. Le rette sono omnicomprensive (frequenza, pasto, fornitura di materiale didattico ed igienico-sanitario, ecc.).

In particolare, i nidi con 7,45 ore di apertura (7,30 -15,15) hanno una retta minima di 126 euro e una massima di 530 euro, la retta media è di 284 euro. I nidi con 11 ore di apertura (7,30-18,30) partono da una retta da 154 euro ad una massima di 609 euro, con una media di 309 euro. Il 66% delle famiglie utenti, infine, gode di una tariffa personalizzata in base alla dichiarazione Isee.

Quindi, con il sistema tariffario del Comune di Forlì, il nucleo familiare tipo preso in considerazione dalla ricerca, nucleo con un ISEE di 19.900 euro, pagherebbe, per un servizio dalle 7,30 alle 15,15, una retta di  355,00 euro, e non 433 come rilevato dalla ricerca di Cittadianzattiva. “E', pertanto, evidente, che i nidi forlivesi si collocano nella media regionale anche se, a differenza degli altri Comuni della Regione e, quindi, d'Italia, nella nostra città si risponde, con il concorso dei privati convenzionati, al 100% della domanda dell'utenza”, conclude la nota del Comune.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento