Cronaca

Il Comune destina 54mila euro per la manutenzione dei luoghi di culto delle diverse confessioni religiose

Il Consiglio comunale di Forlì approva nella seduta di lunedì pomeriggio a maggioranza, con l'astensione dell'opposizione, il regolamento, con relativo impegno di spesa

Circa 54.000 euro per la manutenzione degli edifici religiosi del centro storico. Il Consiglio comunale di Forlì approva nella seduta di lunedì pomeriggio a maggioranza, con l'astensione dell'opposizione, il regolamento, con relativo impegno di spesa, per la ripartizione della quota parte dei proventi da oneri di urbanizzazione secondaria, U2, agli "enti esponenziali della Chiesa cattolica e delle altre confessioni religiose". La misura, spiega il vicesindaco Daniele Mezzacapo, è prevista dalla legge regionale in materia di urbanistica per incentivare la riqualificazione degli edifici religiosi nei centri storici, attraverso il 7% degli U2. Con attenzione particolare alla rispondenza sismica ed energetica. "Occorre aprire l'intervento alle periferie", sostiene il capogruppo del Partito democratico Soufian Hafi Alemani, mentre il collega di Forlì & co, Federico Morgagni, trova "difficilmente comprensibile" che la misura sia limitata alle confessioni religiose, anche perché "le cifre sono ridotte". Critico sul provvedimento, ma a cui vota a favore, il laico ed ex repubblicano Lauro Biondi, capogruppo di Forza Italia che ricorda che la legge regionale a sua volta discende da norme nazionali e all'origine dalle disposizioni del Concordato tra Chiesa Cattolica e Stato Italiano. (Agenzia Dire)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Comune destina 54mila euro per la manutenzione dei luoghi di culto delle diverse confessioni religiose

ForlìToday è in caricamento