menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Comune di Forlì adotta un nuovo strumento normativo per l'efficientamento degli edifici

Dice Mezzacapo: "Sono convinto che grazie al nostro provvedimento prenderà corpo una importante fase di sviluppo fondato su lavoro, miglioramento ambientale e qualità della residenza"

Con il voto favorevole delle forze politiche di maggioranza, il Consiglio comunale di Forlì ha dato il via libera all'atto amministrativo per interventi di efficientamento energetico degli edifici. "Si tratta di una delibera di grande importanza per molte famiglie e per l'intera città - afferma il vicesindaco con delega all'Urbanistica Daniele Mezzacapo -, perché grazie a questo nuovo strumento normativo riusciremo a migliorare costantemente e progressivamente la qualità residenziale e la sicurezza degli edifici ottenendo un sempre maggiore risparmio energetico. Ciò  vale per l'intero territorio comunale ma assume un particolare rilievo per le riqualificazione del centro storico".

Attraverso la collaborazione con gli operatori del settore e recependo osservazioni da parte dei cittadini, il Comune di Forlì ha portato a termine un percorso partecipato che è considerato realtà pilota a livello nazionale, come è stato attestato recentemente nell'ambito del convegno dell'Anaci, associazione nazionale che rappresenta gli amministratori di condominio. Il tavolo di lavoro che ha portato avanti il lavoro ha coinvolto i presidenti e i rappresentanti degli Ordini e dei Collegi professionali, i responsabili dei Servizi comunali interessati e i rappresentanti dei Quartieri del Centro storico.

"Gli obiettivi della nuova norma - evidenzia Mezzacapo - sono quelli di migliorare la qualità ecologica e ambientale del territorio e della città attraverso l'aumento della capacità termica dell'involucro degli edifici e l’accesso al Superbonus del 110% per l'efficientamento energetico degli edifici. Sarà così possibile per molti cittadini poter procedere con le ristrutturazioni, beneficiando delle agevolazioni e quindi con costi più contenuti. Tutto ciò avverrà ovviamente nel pieno rispetto della tutela del patrimonio edilizio, degli apparati decorativi e stilistici. Sono convinto che grazie al nostro provvedimento prenderà corpo una importante fase di sviluppo fondato su lavoro, miglioramento ambientale e qualità della residenza".

"Una delibera importantissima, figlia di un lungo percorso partecipativo portato avanti con rigore dall’Amministrazione e da tutti gli uffici - evidenzia il capogruppo della Lega, Massimiliano Pompignoli -. Una delibera che consente di proseguire nel percorso di miglioramento della qualità abitativa della nostra città, grazie allo strumento del Superbonus del 110% e a un pacchetto di interventi di riqualificazione ed efficientamento energetico che puntano a ridurre la dispersione di calore all’interno degli edifici e a incentivare le ristrutturazioni. Il tutto nel rispetto dei dovuti vincoli architettonici ed edilizi. È un peccato che un provvedimento così strategico per la residenzialità di Forlì, e in particolare per quella del centro storico, non sia stato capito e successivamente votato dai consiglieri del partito democratico che, ancora una volta, hanno perso un’occasione preziosa per contribuire al sviluppo della nostra città".

"Delibere come quella di ieri dovrebbero trovare il consenso unanime di tutto il consiglio - conclude il capogruppo Pompignoli - perché vanno a beneficio di tutti e segnano una svolta importante nell’adesione a nuovi stili di vita. Il fatto che ci siano forze politiche di minoranza che si ostinano a non voler convergere sul perseguimento del bene comune desta spiacevoli malumori e un nota stonata nel percorso di sviluppo della nostra città".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Fitness

Rassodare il seno: gli esercizi push up da fare a casa

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento