menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Comune investe per il restauro dell’ area archeologica di Mevaniola a Pianetto

Mercoledì si è svolto a Galeata un proficuo incontro fra Comune, Soprintendenza e Dipartimento di Archeologia, per concordare le prossime azioni di valorizzazione delle aree archeologiche del territorio

Mercoledì si è svolto a Galeata un proficuo incontro fra Comune, Soprintendenza e Dipartimento di Archeologia, per concordare le prossime azioni di valorizzazione delle aree archeologiche del territorio. In particolare il sopralluogo era indirizzato alla riqualificazioni dell’impianto termale e del teatro della città romana di Mevaniola, strutture portate alla luce durante le ricerche degli anni Cinquanta e Sessanta, che necessitano di un intervento di restauro e di musealizzazione.

E’ stata prevista per questa estate la ripresa degli scavi per riportare alla luce le parti ancora in gran parte sepolte  della città romana. Erano presenti all’incontro l’Assessore alla Cultura del Comune di Galeata Paolo Poponessi, la dott.ssa Monica Miari, direttrice di zona della Soprintendenza archeologica dell’Emilia-Romagna, il restauratore Mauro Ricci, della stessa Soprintendenza, il prof. Riccardo Villicich in rappresentanza del Dipartimento di Archeologia dell’Università di Bologna.

Nel corso dell’ incontro è stato anche  presentato dalla Sovrintendenza il progetto di organizzare per il prossimo autunno proprio a Galeata una giornata di studi a Giovanna Bermond Montanari, scomparsa lo scorso anno, archeologa, accademica e studiosa di antichità classiche e protostoriche di fama nazionale che da soprintendente regionale all’ archeologia diresse le campagne di scavo più significative a Mevaniola negli anni Cinquanta e Sessanta del secolo scorso.

“E’ per Galeata un onore e allo stesso tempo un riconoscimento come luogo di cultura di eccellenza potere ospitare un convegno dedicato a questa grande figura di studiosa che ha fatto tanto per questo territorio-sottolinea l’ assessore Poponessi- Oggi noi stiamo programmando lo sviluppo di Galeata proprio a partire dalla risorsa rappresentata dai beni archeologici per una valorizzazione del territorio anche in chiave turistica. Questo  investimento, che avrà una ricaduta positiva per tutta la comunità galeatese, pianificato con l’ obiettivo della piena fruizione da parte dei turisti delle restaurate terme romane  e del teatro di Mevaniola non potrà che rendere più interessante la nostra area e contribuirà, assieme al progetto di POC che intendiamo proporre all’ approvazione in Consiglio Comunale molto presto, a promuovere la zona di Pianetto come tutelata e valorizzata eccellenza paesaggistica e monumentale.”

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Forlimpopoli, lavori su via Tagliata, usare percorsi alternativi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento