Cronaca

Il covid miete un'altra vittima a Forlì: sono 492 dall'inizio dell'epidemia. Due i ricoverati in Terapia Intensiva

In Emilia-Romagna si sono registrati 289 casi in più rispetto a domenica, su un totale di 14.734 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore (5.994 tamponi molecolari e 8.740 tamponi antigenici rapidi)

Salgo a 492 le vittime riconducibili al covid-19 nel Forlivese. L'ultima è un ottantenne di Forlì. Nel bollettino di lunedì si contano più guariti che nuovi positivi: 40 a fronte dei 28 contagiati, 17 dei quali nel comprensorio. Questa la distribuzione dei casi: 15 a Forlì, 1 a Bertinoro ed uno a Forlimpopoli, 15 dei quali avviati al tampone per sintomi. A lunedì si contano 294 positivi, di cui dodici ricoverati (due in terapia intensiva) e 282 in isolamento domiciliare. Dall'inizio dell'epidemia sono 18.521 i casi accertati, con 17.735 guarigioni.

In Emilia Romagna

In Emilia-Romagna si sono registrati 289 casi in più rispetto a domenica, su un totale di 14.734 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore (5.994 tamponi molecolari e 8.740 tamponi antigenici rapidi). La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti è del 2%, un valore non indicativo dell’andamento generale visto il numero di tamponi effettuati, che la domenica è inferiore rispetto agli altri giorni. Inoltre, nei festivi soprattutto quelli molecolari vengono fatti prioritariamente su casi per i quali spesso è atteso il risultato positivo.

La situazione dei contagi nelle province vede Bologna con 67 nuovi casi, seguita da Modena con 55; quindi Parma (41) e Ravenna (32); poi Piacenza (19), Reggio Emilia (18), Forlì (17), e Ferrara (13). Infine, Cesena (11), Rimini e il Circondario Imolese (entrambe con 8 nuovi casi). Dei 289 nuovi casi, 107 sono asintomatici individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Complessivamente, tra i nuovi positivi 160 erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone, 178 sono stati individuati all’interno di focolai già noti. L’età media dei nuovi positivi di lunedì è 34,2 anni.

Sui 107 asintomatici, 64 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 19 tramite i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 2 con i test pre-ricovero. Per 22 casi è ancora in corso l’indagine epidemiologica. Per quanto riguarda le persone complessivamente guarite, sono 284 in più rispetto a domenica e raggiungono quota 395.535. I casi attivi, cioè i malati effettivi, lunedì sono 13.942 (+2). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 13.505 (-1), il 96,9% del totale dei casi attivi.

Oltre all'ottantenne forlivese si contano altri due decessi: uno in provincia di Piacenza (un uomo di 90 anni) ed uno a Parma (una donna di 86 anni).In totale, dall’inizio dell’epidemia, i decessi in regione sono stati 13.462. Rispetto a domenica scende il numero dei ricoverati in terapia intensiva (-1), che sono attualmente 47; i ricoverati negli altri reparti Covid sono 390 (+4). Sul territorio, i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono così distribuiti: 4 a Piacenza (numero invariato rispetto a domenica), 5 a Parma (+1), 2 a Reggio Emilia (invariato), 3 a Modena (-2), 16 a Bologna (+1), 3 a Imola (invariato), 4 a Ferrara (invariato), 2 a Ravenna (invariato), 2 a Forlì (invariato), 1 a Cesena (invariato), 5 a Rimini (-1).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il covid miete un'altra vittima a Forlì: sono 492 dall'inizio dell'epidemia. Due i ricoverati in Terapia Intensiva

ForlìToday è in caricamento