rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Cronaca Castrocaro Terme e Terra del Sole

Il fiume Montone è più sicuro: ecco le nuove difese spondali in legno e pietra

I vecchi copertoni sono stati sostituiti da opere di ingegneria naturalistica. L’intervento rientra nel progetto di manutenzione ordinaria della rete idrografica dei bacini dei fiumi Monte e Rabbi, finanziato dalla Regione con 130mila euro

Si sono conclusi in questi giorni, nel comune di Castrocaro Terme e Terra del Sole i lavori di ripristino della sponda sinistra del fiume Montone, nel parco fluviale che si trova di fronte a quello delle Terme.

“Quest’intervento- spiega Irene Priolo, assessore regionale alla Difesa del suolo e Protezione civile- si inserisce in due luoghi particolarmente suggestivi e frequentati, veri e propri ‘polmoni verdi’ a pochi passi dal centro abitato. Anche per questo assume particolarmente rilievo la sostituzione, con opere di ingegneria naturalistica, dei vecchi copertoni utilizzati negli anni ’60 per realizzare la difesa di sponda che, in seguito all’erosione dei sedimenti che la ricoprivano, erano tornati alla vista”.

L’Ufficio di Forlì-Cesena dell’Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la Protezione civile è subito intervenuto, rimuovendo i copertoni e sostituendoli con opere in legno e pietra rinverdite da talee di salice provenienti dal vivaio regionale Castellaro di Galeata (FC). Un intervento, questo, che ha unito la sicurezza territoriale alla salvaguardia e tutela ambientale.

I lavori rientrano nel progetto di manutenzione ordinaria per la sistemazione della rete idrografica dei bacini dei fiumi Monte e Rabbi, finanziato dalla Regione Emilia-Romagna con 130mila euro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il fiume Montone è più sicuro: ecco le nuove difese spondali in legno e pietra

ForlìToday è in caricamento