Il lockdown di Alessia, diplomata a pieni voti: "Ho imparato a stare più in contatto con la mia famiglia"

"La mia era una classe molto unità e mi è dispiaciuto non trascorrere gli ultimi mesi di scuola con i miei compagni"

Tra i suoi progetti futuri c'è l'università e l'approfondimento della lingua inglese, "che spero mi porterà a lavorare e a viaggiare in tutta Europa". Alessia Tassinari ha concluso il suo percorso al Liceo Artistico e Musicale "Antonio Canova" col massimo dei voti. L'ultimo periodo è stato caratterizzato dalla pandemia da covid-19, che ha rivoluzionato il modo di fare scuola. "Distanti, ma uniti", la lezione imposta dall'emergenza sanitaria. Che Alessia ha affrontato senza non poche difficoltà, ma con buon profitto.

Come ha trascorso il lockdown?
Stando a casa, dove ho dovuto imparare a stare più in contatto con i miei famigliari e di meno con i miei amici e a capire come impegnare il tempo libero stando sempre a casa.

Ha trovato difficoltà con la didattica online?
Ho avuto abbastanza difficoltà principalmente per questioni di salute.

Cioè?
Ho notato un calo della vista e delle forti emicrania durante le videolezioni, il mio medico di base è quasi dovuto intervenire per interrompere le lezioni essendo che la mia salute ne stava risentendo troppo.

Quanto le sono mancati i compagni di classe?
La mia era una classe molto unità e mi è dispiaciuto non trascorrere gli ultimi mesi di scuola con loro, però siamo rimasti in contatto anche dopo gli esami e ci siamo ripromessi di rincontrarci quando sarà possibile.

Con quale spirito ha affrontato l'esame di stato?
I mesi precedenti all'esame gli ho passati con tranquillità essendo sicura delle mie capacità, però come tutti ho avuto la solita ansia prima dell'esame che però è svanita non appena la prova è iniziata.

Molti l'hanno etichettato alla vigilia della prova come un esame facile. E' stato effettivamente così?
Secondo me non è stato un esame facile in quanto ci giocavamo tutto in un'unica prova e non come gli anni scorsi, dove uno non portato in una prova orale poteva rifarsi nello scritto e viceversa. Quest'anno un'unica prova poteva decidere il tuo voto d'esame e dopo non c'erano altre possibilità per rimediare.

Il diploma col massimo dei voti è un risultato che ha richiesto molto impegno sacrificando gli svaghi?
Poter uscire con il massimo dei voti è di sicuro una soddisfazioni che ha ripagato tutti gli sforzi degli ultimi anni e penso come qualsiasi altro maturando si sia impegnato al massimo per dare un valore ai propri anni nelle superiori.

Quali sono le sue passioni?
La letteratura e il lighting design, passioni che ho cercato di condividere durante l'esame con la commissione non solo per fare vedere le mie conoscenze acquisite a scuola ma anche le mie passioni che coltivo nel tempo libero.

Il futuro cosa riserverà?
Spero che nel mio futuro in un percorso universitario nella facoltà di scienze internazionali e diplomatiche, dove potrò studiare in lingua inglese che spero mi porterà a lavorare e a viaggiare in tutta Europa.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sciagura in viale dell'Appennino: pedone muore travolto sulle strisce pedonali

  • L'annuncio di Bonaccini: "L'Emilia-Romagna torna "zona gialla" da domenica"

  • Muoiono in un incidente aereo quattro giorni dopo le nozze, lutto per un ex assessore

  • Meteo, dicembre debutterà col freddo e la neve: fiocchi in arrivo a bassa quota

  • Perde il controllo dell'auto e si ribalta: nuovo incidente sulla "Bidentina" - LE FOTO

  • Come cambia lo shopping di Natale, le regole per bar e ristoranti e il coprifuoco di Capodanno: ecco il dpcm che blinda le feste

Torna su
ForlìToday è in caricamento