Il "Noi ci siamo" della Protezione civile: tributo all'Irst di Meldola

L'evento ha visto la partecipazione di mezzi e alcuni volontari della Protezione Civile dell'Emilia-Romagna, cui Irst ha tributato un doveroso applauso di ringraziamento

Giovedì mattina si è tenuta nell'area antistante l'ingresso dell'Irst una breve cerimonia di saluto da parte della Protezione Civile. L'evento ha visto la partecipazione di mezzi e alcuni volontari della Protezione Civile dell'Emilia-Romagna, cui Irst ha tributato un doveroso applauso di ringraziamento. La cerimonia ha rispettato le vigenti norme di comportamento per il distanziamento. Con questo flash mob ’Agenzia di protlezione civile regionale ha voluto dire grazie a tutti coloro che sono impegnati quotidianamente per gestire e superare l’emergenza legata alla pandemia di coronavirus. Ma non solo.

Un messaggio duplice per dire che la Protezione civile c’è e ci sarà sempre e ringraziare chi lavora nella sanità insieme a tutto il personale dell’Agenzia e i volontari. Tutti quanti si stanno adoperando ora per supportare il sistema sanitario dell’Emilia-Romagna in questa emergenza che è anche un’emergenza territoriale.Un’attività, quella dell’Agenzia regionale, che riguarda l’organizzazione delle forniture di beni e servizi, l’affiancamento delle imprese che si sono riconvertite per produrre materiale sanitario e nelle attività di requisizione e ridistribuzione del materiale recuperato, le donazioni, il collegamento con la Protezione civile nazionale e tutta la logistica a supporto della sanità.

Oltre a  questo, il lavoro con i servizi comunali del territorio, per stare vicini ai cittadini, e la collaborazione costante con gli ospedali e le strutture sanitarie per mettere a disposizione il materiale e per la gestione dei magazzini. Un lavoro incessante che giovedì, nella breve pausa pranzo, alcuni volontari e dipendenti dell’Agenzia hanno voluto confermare, ringraziando in modo corale il sistema sanitario. Una presenza segnata con i mezzi della Protezione civile, applausi e qualche suonata di sirena.

"Con grande emozione ho partecipato al “Flash mob” organizzato dall’Agenzia di Protezione Civile della Regione Emilia Romagna davanti all’ingresso dell’Irst di Meldola - afferma il sindaco Roberto Cavallucci -. Alla presenza del Presidente della Provincia, Gabriele Fratto, degli operatori dell’Istituto Tumori della Romagna e dei dipendenti e volontari della Protezione Civile, sulle note dell'Inno di Mameli, fasciato con il tricolore, ho testimoniato con la presenza e con le parole la vicinanza dell’Amministrazione e dell’intera Città a tutti coloro che, anche a rischio della propria incolumità, in silenzio ogni giorno, svolgono il loro lavoro e si impegnano a tutela della salute pubblica".

"Un grande “Grazie” che viene dal cuore a medici, infermieri, a tutti gli operatori socio sanitari, al personale ed a tutti i volontari della Protezione Civile impegnati quotidianamente, ognuno con il proprio compito, per gestire e superare l'emergenza legata al coronavirus - prosegue il primo cittadino -. Abbiamo dimostrato di essere una comunità fatta di persone che si aiutano e sono certo che, insieme, riusciremo a superare questo difficile momento".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Sono fiero di aver portato un tributo a nome della nostra Provincia insieme al sindaco Cavallucci e a tutti i volontari del sistema di Protezione Civile Regionale - afferma Fratto -. l nostro grande e profondo ringraziamento è stato rivolto, così come all'ospedale Bufalini di Cesena e all'ospedale Morgagni-Pierantoni di Forlì, al personale sanitario tutto e a tutti i volontari che operano a vario titolo in questa emergenza".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dalla quaterna al terno: la Dea Bendata trova casa in Corso Garibaldi, nuova gioia col Lotto

  • Attacco di recensioni negative, il ristorante pubblica un cartello contro gli "haters"

  • Incidente sulla Cervese, ci sono feriti: lunghe code di auto nel rientro dalla riviera

  • Non ce l'ha fatta il motociclista tamponato da un'auto: era un volto noto della città

  • Dove mangiare a Cesenatico? La top 5 dei ristoranti di pesce

  • Attraversa davanti all'Electrolux, gravissimo un lavoratore investito da un'auto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ForlìToday è in caricamento