menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il personale di Start Romagna in agitazione, arrivano quattro ore di sciopero

"Nella fascia oraria dalle 17:30 alle 21:30 non sarà garantito il normale svolgimento dei servizi del trasporto pubblico locale"

Autobus a rischio sabato dalle 17.30 alle 21.30. Le segreterie provinciali di Fit-Cisl, Uiltrasporti e Usb Lavoro Privato, insieme alle proprie Rsa, hanno proclamato 4 ore di sciopero di tutto il personale Start Romagna nel bacino di Forlì-Cesena. I punti oggetto delle rivendicazioni sono il "mancato rispetto accordo del 27 marzo del Fondo Bilaterale; indisponibilità a riconoscere indennità, in surroga alla mancata erogazione aziendale del servizio mensa, al personale nel periodo emergenza Covid-19".

Viene rimarcata inoltre la "criticità sulla gestione di utilizzo del fondo bilaterale di settore, conseguente modalità di accesso e mancata condivisione dei relativi dati, in forma analitica, più volte richiesti", ma anche "l'assegnazione unilaterale di Ferie e riposi compensativi aggiuntivi 2019/2020". Motivo della protesta inoltre "spettanze indennità trasferta-cambio residenza temporanea; rimodulazione del Pdr per l’anno 2020, adeguamento di progetti e obbiettivi. O.S. n.183 del 28/05/2020 prot. N. 10405/20 selezione interna verifica titoli di viaggio".

"Nella fascia oraria dalle 17:30 alle 21:30 non sarà garantito il normale svolgimento dei servizi del trasporto pubblico locale - viene comunicato -. Lo svolgimento dello sciopero avverrà ai sensi della Legge 12.06.1990 n. 146 e successive modifiche. In base al regolamento vigente si comunica che la percentuale di adesione in caso di sciopero analogo fu del 48,65%. Start Romagna si scusa per i possibili disagi".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento