Meldola, primo giorno di asilo al "Pulcino": modello svedese per la ripartenza

Lo staff pedagogico ha accolto i bimbi, dai 9 mesi ai 3 anni

Lunedì è stato il primo giorno di apertura dell'asilo nido comunale di Meldola "Il Pulcino". Lo staff pedagogico ha accolto i bimbi, dai 9 mesi ai 3 anni. Il sindaco Roberto Cavallucci e Jennifer Ruffilli, assessore al Welfare, ricordano che "l'amministrazione Comunale e il Consiglio di amministrazione dell'Istituzione Davide Drudi, sono stati impegnati per consentire la riapertura dell'asilo in sicurezza, che è stata preceduta da un incontro con i genitori alla presenza di Fabiola Crudeli, coordinatrice pedagogica, e di tutto lo staff educativo, confermando un servizio alle famiglie che viene svolto da 40 anni".

"A tutte le Dade va il nostro ringraziamento per l'entusiasmo e la professionalità che sempre dimostrano - proseguono -. I bambini seguiranno un inserimento veloce sul modello svedese, che prevede un approccio alla scuola dell'infanzia in tempi rapidi, sfruttando la strategia dell'outdoor e dell'utilizzo il più possibile di spazi all'aperto, anche per i pasti. Il triage all'accesso sarà a cura delle educatrici con rilevazione della temperatura corporea ogni mattina e gli ingressi organizzati ad orari scaglionati per evitare assembramenti. Si è proceduto alla separazione degli spazi utilizzati dalle due sezioni, grandi e piccoli, che avranno ognuna locali interni ed esterni dedicati. Sarà garantito anche lo spazio nanna per le famiglie che ne hanno fatto richiesta, rispondendo così ad una esigenza di conciliazione dei tempi di lavoro e di cura dei genitori".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pensioni dicembre: pagamento anticipato, il calendario per ritirarle alla Posta

  • Chiude supermercato in corso della Repubblica, ma non si spegne la vetrina e restano i servizi ai residenti

  • Dopo la morte del figlio, l'anziana titolare si ritira: la prima fabbrica di cioccolato della Romagna è in vendita

  • Violento schianto frontale sul rettilineo: grave una donna, soccorsa con l'elicottero

  • La rabbia del titolare del ristorante: "Lo Stato mi nega il ristoro, io riapro"

  • Lo storico marchio della piadina cambia di proprietà. La produzione resta a Forlì

Torna su
ForlìToday è in caricamento